Novembre

Immagine fotografica di Eletta

Questo è un paesino di minatori. Nella zona in cui abito esattamente da un anno, vi sono miniere naturalmente non più attive. Si cercava oro.

Il primo novembre dell’anno scorso ero ufficialmente residente qui: un nuovo paese, una nuova provincia, una nuova regione. Ho dovuto cambiare tutto: non solo la casa. Ho dovuto cambiare banca, meccanico e tutti i documenti.

Sono contenta della scelta fatta. Non è una scelta facile. Occorre saper barattare la pace e il silenzio con qualche disagio. Qui i negozi si contano sulle dita di una mano: un panettiere, un alimentare e qualche negozio di abbigliamento sportivo. Stop. Una parrucchiera. Per trovare un supermercato con prezzi accettabili occorre scendere a valle: quaranta minuti di macchina. Ci sono persone che non riescono a stare senza negozi. Devono comprare compulsivamente.

In ottobre i bar dove fare colazione sono praticamente tutti chiusi. I rifugi sono chiusi. Gli impianti sono chiusi. Apriranno per le feste natalizie.

Se qualcuno non sa stare solo senza shopping e locali qui è meglio che non abiti. Pare assurdo, ma ci sono persone che non amano il silenzio. Io, invece, l’ho voluto e cercato. Pare assurdo ma ci sono persone che amano il traffico. Io amo camminare nei boschi. Qui se passa un’auto si sente subito l’odore. Per contrasto con l’aria pulita.

Ho saputo di molti residenti suicidi e di molti alcolizzati: per chi qui c’è nato e non ha scelto di viverci, l’isolamento, più alcuni inevitabili problemi che la vita in montagna purtroppo regala, diventa inaccettabile. Insomma: non sono solo rose e fiori.

Vivere in montagna comporta scelte e rinunce, lati positivi e negativi e, soprattutto, accettare come dato positivo il silenzio, la pace e l’isolamento e la frugalità.

Nel mio nuovo paese ormai conosco molte persone. Direi che sono stata accettata anche se sono un po’ strana e straniera. La gente di montagna è ruvida. Non è facile entrare in vero contatto. Sono qui da un anno, sono “intima e amica” con due persone. Gli altri sono conoscenti: ma non era così anche giù in valle? A mala pena conoscevo i vicini di casa e le amiche mi hanno presto dimenticato dopo il mio trasloco. Non mi manca chi mi dimentica.

Un giorno, chissà, scriverò di alcuni personaggi che abitano il mio borgo. Dietro ogni persona una originale storia.

12 Comments

  1. ma che bel borgo!! il mio è un poco più grande ma affine. dopo oltre quindici anni posso dire che la cosa più significativa e caratteristica è la percezione degli eventi naturali, soprattutto quando piove.
    ogni volta sembra la fine del mondo, sembra di essere posseduti da un’energia primordiale totalizzante… immaginare di vivere una bufera nell’abisso di una miniera assume connotati extrasensoriali…

    Piace a 2 people

    1. Ben ritrovata Teti. Il Borgo fotografato è vicino al mio, ma non quello in cui abito. Sì gli eventi naturali sono vivamente percepibili. Forse settimana prossima arriverà anche la neve. Oggi piove ininterrottamente. Buona giornata 🍁🍂

      "Mi piace"

    1. Ti capisco. Qui a casa mia tra pochi giorni non vedremo più il sole fino a febbraio. Per fortuna con dieci minuti di macchina o trenta a piedi riesco ancora a trovarlo. Comunque a me piace vivere in montagna: infatti l’ho scelto consapevolmente un anno fa. Buona serata Dona 🍁🍂❄

      "Mi piace"

      1. Be sai forse funziona un po’ come chi ha i capelli ricci e li vorrebbe lisci o viceversa.. Chi vive al mare o in città e vorrebbe vivere in montagna o in campagna… Io sono nata, anche se per caso quasi, in un posto di mare e probabilmente, ora, il richiamo è verso il mare… Chissà

        Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...