Nessun desiderio

Due anni di pandemia mi hanno tolto desideri interessi e mi hanno regalato una diffusa stanchezza e apatia.

Già ero una “difficile “ : ora nulla mi piace e mi soddisfa. Poco o niente mi interessa. Seguivo la politica. Ora cerco cose leggere. Non c’è posto per discussioni e soliti tiritera. Niente Gruber e affini. Mi spiace. Preferisco Geppi su Rai Tre che almeno mi fa ridere. Pochi libri. Mi sento soffocare da tutti i libri che ho. Non so come ho fatto a leggere tutti quei libri. Non so come ho fatto.

Ho bisogno d’aria e, infatti, sto bene in camminata la mattina all’aria aperta. All’aperto riesco anche a disegnare.

Poi mi annoio. Tutto mi stanca e annoia. Pochi film che possono piacermi. The Funeral Party mi è piaciuto perché mi sono piaciute le interpretazioni degli attori: Robert Duvall, Bill Murray e Sissy Spacek.

Non so come certe persone riescono a vedere serie insulse. Vedo la prima scena e chiudo. Capisco sempre dalla prima sequenza se un film mi piace. Non serve procedere.

Nulla mi stupisce. Mi scuote da questo letargico inverno col sole a picco come fosse agosto. Sono davvero esausta. Di non poter fare colazione e di non poter fare aperitivi. Qui come ovunque il virus dilaga. Non è il caso di tirar giù la mascherina al caldo di un bar. Non è il caso di far nulla. E come tutti mi sto un po’ stufando. Seccando. Alterando.

Anche basta. Santo cielo. Avrei voglia di viaggiare. Ogni tanto guardo le immagini fotografiche di settembre in Salento e mi chiedo se davvero ci sono stata un mese. Tutto è lontano sfumato il tempo è dilatato gessato glassato ghiacciato in una teca immobile.

35 Comments

  1. Hai ragione più che ragione!!! Questa pandemia ci ha tolto la nostra libertà, la spensieratezza… Personalmente non sono ancora nella fase dell’apatia, ma l’inverno è ancora lungo ed è il periodo che lui incombe… arrivare all’estate sempre così con mille attenzioni e precauzioni anche per me è difficile anche per me che sono sempre piena di risorse eche sempre minuetto e mi adeguo a seconda delle circostanze!!!

    Piace a 1 persona

  2. Anch’io guardo qualche volta Colombo e magari – meno – la signora in giallo. Anch’io mi stufo di tutto, comincio un libro e lo metto via, poi un altro. Sono da diverso tempo abulica, da qualche giorno però mi sono scoperta rabbiosa. Sì, proprio arrabbiata, con tutto e con quasi tutti, ma specialmente con me stessa, perchè non so trovare in me le risorse per reagire. Chissà che non sia un nuovo inizio. Ma è dura.
    Tu probabilmente ricomincerai dall’Aria. Anche se non se ne può più di sentir parlare di ripartenze: ma che altro si può fare? senza illusioni, ma per necessità.

    Piace a 2 people

    1. Essendo una scorpioncina sono abbastanza abituata alle cadute e discese infernali. Di solito rinvengo dalle ceneri nuova. Ma questa volta è proprio dura! Grazie per la tua condivisione Marina e un abbraccio 💕

      "Mi piace"

  3. Ti capisco profondamente, anche io sto diventando apatica. Purtroppo, la mancanza di desideri non va per niente bene. Sono i desideri che danno sale alla nostra esistenza, insieme alla tensione emotiva che ne precede la realizzazione. A me aiutano un po’ ricordi… se penso a un luogo a me caro, a un bel viaggio, ne rivivo le sensazioni, gli odori e i sapori e sento un certo languirono, “un appetito” di avventura, cui a volte si riaggancia un barlume di speranza, che il virus allenti la sua morsa, per poter trasformare i rimpianti in progetti. Aggiungi che nel mio fardello personale ci sono certi problemi di salute che rendono ancora più problematico il mio sognare. Io mi rifugio tantissimo nel disegno e affini, mia, essendo una solo modesta artigiana simpatizzante, lotto con una buona dose di frustrazione. La sera, da romantica inguaribile, mi faccio di film d’amore e di Natale. Senza vergogna, ognuno ha le sue debolezze! Un saluto affettuoso, buona serata e buona notte. Post scriptum: ti invidio il gattino!

    Piace a 1 persona

    1. Davvero il mio gattino mi dà affetto e gioia e anche risate. Hai ragione sull’importanza del desiderio. È fondamentale. Io desidero ma mi sento strettamente legata da lacci. Non si può far nulla perché non ho alcuna voglia di finire in ospedale! Speriamo arrivino tempi migliori. Mi spiace per i tuoi problemi di salute. Un abbraccio forte cara Silvia 💕💕💕

      Piace a 1 persona

  4. sono in molti a subire questo stress emotivo, io ti dirò, a parte il disagio delle mascherina e delle varie restrizioni, mi sono sempre spostato dove volevo, e ho sempre cercato di cogliere bellezza in tutto. Diciamo che la mia vita non è cambiata molto, poi va beh quando toglieranno ogni restrizione sarà tutta un’altra cosa. Ricordo le belle immagini che ci facevi vedere in quel periodo di vacanze, io devo ancora raccontare tutta l’estate sul mio blog…😊😉
    Un caro abbraccio, coraggio, passeranno anche questi periodi, mica può durare all’infinito questa situazione….🤗😉👍

    Piace a 2 people

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...