Categorie
Attimi

Meteo verità

Da settimane danno neve, ma la neve non arriva mai. Compare sempre nella settimana successiva per poi sparire man mano che ci si avvicina…

Domani aspettavo ospiti, ma il meteo dava abbondanti nevicate. Quindi ho avvisato: è prevista una abbondante nevicata. Alla fine ci credevo poco dopo le continue smentite delle previsioni meteo ( come nella storia del “Al lupo, al lupo!” alla fine nessuno ci crede più).

Ho due app meteo e, quasi sempre, danno responsi diversi. Comunque entrambe davano una probabilità di neve già da stasera.

Nevica già dalle due. Il giardino è già bianco. No, non è quello della immagine fotografica. Quello testimonia una grande nevicata di cinque anni fa.

Chissà se domani potrò rivedere l’incanto unico che regala una vera forte continua nevicata.

Qualche mio ex vicino racconta di muri di neve ai tempi della sua infanzia. Di porte sommerse.

Al di là del lato estetico, la neve serve come sappiamo ormai tutti anche e soprattutto come riserva d’acqua. Ne abbiamo veramente bisogno.

Quindi mi auguro sia un inverno nevoso.

A differenza dell’acqua la neve non fa disastri anche se scende abbondante. A me piace perché rende il focolare ancora più intimo.

Categorie
Attimi

Nube umana

Stamattina con un cielo blu terso e profondo senza ombra di nuvole

ho visto più sotto questo strano fenomeno.

Ah, ecco. Stanno sparando neve artificiale in vista dell’arrivo del primo fine settimana di dicembre che, tra l’altro, coincide con il mercatino di natale.

Ho pensato: meglio godersi questa ultima passeggiata nel silenzio e in beata solitudo.

D’ora in poi ci sarà difficoltà a trovare un parcheggio ma, in compenso, ci saranno tutti i bar e negozi aperti. Chissà se potrò ancora passeggiare ai piedi del maestoso monte senza ghiaccio neve gente sciatori cani e tutto il corredo di rumore annesso.

Lo so: sono una selvatica. Lo so: non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca. Intanto mi ubriaco dell’ultimo scampolo di silenzio e pace.

Categorie
Attimi

È così

È così che appare appena la neve imbianca. Alto maestoso solenne.

L’immagine fotografica non rende la bellezza dei laceri larici fiammeggianti di zafferano in questo periodo di transizione verso l’inverno quando tutto non è ancora compiuto.

Ma basta camminare lentamente e assaporare con lo sguardo: godere dei canyon delle rocce, del palpito di fine autunno del bosco, del mare celeste

Categorie
Attimi

Mollette

Il ragazzino di un metro e novanta mi diceva, pedante e petulante, come mettere le mollette mentre stendevo i suoi boxer sul terrazzo della mansarda. Piccolo moccioso saccente. Piccola mosca blu.

Ai tempi andavo in giro con le tennis slacciate per sentirmi dire: – Guarda che hai le scarpe slacciate. I grandi mi davano noia e vivevo una seconda adolescenza – anche se grande lo ero anch’io.

Ma mi piaceva scendere con grandi cappelli di paglia e shorts. E salire flessuosa sulla mini come se fossi in Côte d’Azur.

Alla fine la mia più grande soddisfazione in quel periodo era scandalizzare. Far parlare. Fregarmene. Delle scarpe slacciate del bucato senza mollette del ginocchio con la banda nera e di stare in mezzo alla neve con gli scarponi e le calze a rete.

Mi manca questa parte estrema di me. Anche se ancora ho le scarpe slacciate e le calze diverse – prima che diventasse di moda avere le calze corte diverse.

Categorie
Attimi

Giochiamo: sci sce

Buongiorno per il Giocolinguisticodellunedí oggi propongo un testo in cui iscrivere un suono, come sta facendo la pubblicità del Trentino – di cui ho scritto qualche giorno fa – che ha giocato con il suono SCI iscrivendolo nelle parole FASCINO SCINTILLE SCIARE..

Potete scegliere il suono SCI SCE come nel mio esempio :

SCENDE LA FASCINOSA SCENA SCIOGLIENDO SCIARPE E SCIVOLANDO LASCIANDO FASCE EFFERVESCENTI TRA SCI E CAMOSCI

Oppure decidete un altro suono da ripetere… Decidete voi.

Come sempre ringrazio tutti i bravissimi partecipanti delle scorse settimane e ricordo che avrete una settimana di tempo per inviare i vostri testi che saranno pubblicati qui ⤵️

P. s. Tutte le immagini grafiche e fotografiche sono di Eletta Senso. Potranno essere utilizzate solo riportando il nome dell’autrice come ha fatto Juan di cui riporto il link

https://masticadores.com/


Tante meduse tentacolate nel mare

Scifozoi scivolosi/
sciamano scintillando/
su scenari sciabordanti./
Sciusciuliando, sciu, sciu,
scemano, scendono

https://silviacavalieri.com


Scendono le scialuppe dal vascello in fiamme, scivolano sull’acqua, sciamano lasciando scie confuse come api sciocche senza più regina. Sciorinano litanie i superstiti, scema la speranza, impera scetticismo, ma in una scialba alba sbarcano su un’isola: noci di cocco e scimmie che uccidono e divorano alla brace. Erano gli scimpanzè dello sceicco! Scimitarre scintillanti contro poche sciabole, una scena desolante di sterminio. E gli sciacalli faranno scempio dei corpi lasciati sulla spiaggia.
ml

https://orearovescio.wordpress.com


Odio la sciatteria e amo la scienza: mi affascina lo scibile umano. In inverno metto la sciarpa e non sciupo i pesci. Uno sciame d’insetti m’impaurisce, ma distinguo una biscia da una scimmia. Non sono sciocca: risciacquo i piatti ma non scialacquo l’acqua. Se indosso il mio scialle sembro una sciura o una sciantosa. Non mi fido degli sciamani: sciagurati e sciamannati.

http://traitaliaefinlandia.com


Scandisce scelte scellerate lo scemo e sceglie una scemenza.
Fascino sciapo abbellisce le scene e un fruscio scivola suscettibile nella mescita.
La pescivendola chiarisce: pesce sciccoso per lo sceicco.
La miscela miscida scientemente. La fascia oscilla come un fisciù.

https://newwhitebear.wordpress.com


Priscilla scese velocemente dallo scivolo affascinata da questa scenetta: con un ramoscello una scimmia sciamannata trascinava un vascello nel ruscello accanto a pesciolini a strisce fluorescenti

https://wordsmusicandstories.wordpress.com

Categorie
Attimi

Rosa di fine novembre

Sono davvero stupita dalla bellezza turgida e fulgida delle mie rose a fine novembre. Ormai le ore di sole sono ridotte a due. Fa piuttosto freddo. Stamattina in passeggiata c’era un grado. Ma le rose resistono. Sbocciano. Stanno lì con tutta la loro bellezza ignare del periodo.

Mi era venuta l’idea di tagliare le poche rimaste e metterle in un vaso in casa. Ma poi non l’ho mai fatto. Così ogni volta che esco e torno le vedo maestose sulle loro alte piante e sono felice.

La bellezza mi rende felice. La bellezza di un fiore, di un paesaggio, di un profumo odore resinoso, o il volo di una farfalla. Piccole bellezze effimere e perciò ancor più belle.

Categorie
Attimi

Mistero della stradina

La bufera di vento – terminata ieri – ha sollevato turbini di neve dalle cime. Quello che non riesco proprio a capire è perché la neve sollevata si è disposta solo sulle stradine.

Si può vedere nella immagine : prati senza un cristallo niveo e, invece, la stradina tutta bianca. Lo stesso giù in altri posti.

Io non capisco perché… Mah!

Categorie
Attimi

Albero

Giornata nazionale dell’albero.

Non vedo l’ora che venga primavera per piantare erbe nel mio nuovo orto e un albero. Non so ancora che alberello sceglierò. Ma sicuramente tra insalate e cavoli, tra zucchine e prezzemolo ci sarà anche un piccolo albero.

Io sono cresciuta sugli alberi. Forse per questo mi è piaciuto così tanto il Barone Rampante di Calvino. Perché so bene cosa vuol dire arrampicarsi e stare lassù a guardare in giù. Passare le giornate tra le fronde.

Generalmente stavo su un gustoso ciliegio a mangiarne i rossi frutti. Oppure su un agile pero o pesco.

Ho ascoltato con piacere l’idea ironica e beffarda di Michele Serra, proposta a “Che tempo che fa” come idea innovativa e geniale per combattere l’inquinamento: piantare un albero.

https://www.raiplay.it/video/2022/11/Michele-Serra—Che-Tempo-Che-Fa-06112022-b1a0bc0c-7116-4047-b70a-e44b57f8f0f1.html?wt_mc%3D2.app.cpy.raiplay_vod_Che+tempo+che+fa_Michele+Serra.%26wt

Se tutti facessimo questo semplice gesto, tutti in tutto il mondo nello stesso identico tempo forse saremmo ancora in tempo per far vedere l’Eden ai figli dei nostri figli.

Categorie
Attimi

Che meraviglia

Giornata da cielo blu. Nessuno in giro. Rumore di foglie secche che cadono. Acqua dei rivi.

La campana rintocca lontana. La signora di cui ho scritto l’anno scorso che torna già con tre lunghi legni per il focolare. Ha le gote rosse e sane della gente abituata a faticare al sole. Vezzosa nella semplicità del suo grembiule.

Ci sono 3 gradi ma io ho già tolto la giacca. Il sole è potente quando il cielo è così blu. Ho tolto anche il cappello a tesa.

L’idea che possa nevicare si allontana sempre più dall’orizxonte. Ci sarà sempre sole.

P. s. Anche il rumore di una valanga

Un forte boato.

Prenderò il mio blocco di carta paglia per fare un disegno

Categorie
Attimi

Il meglio di novembre 2018

Stamattina il mio archivio fotografico mi mostra il meglio del novembre 2018… Come potete vedere neve neve neve.

Guardando le previsioni del meteo sulle due app in mio possesso pare di essere presi in giro: fino a lunedì davano una abbondante nevicata martedì della prossima settimana. Poi la previsione é sparita e la nevicata si é spostata più avanti nel tempo. Questo capita sempre col risultato che non nevica mai.

Anzi: pare che si alzeranno le temperature diurne. Dovrò ritirare fuori le maglie estive? Mah! Per ora mi godo le ore di sole in giardino dopo pranzo. Considerato che, nella casa precedente dopo il mio compleanno il sole non lo vedevo più fino a febbraio, per me è già motivo di gaudio.

Categorie
Attimi

Sci sci…

Da sempre apprezzo le pubblicità del Trentino. Le trovo davvero ben fatte. L’ultima mi ha fatto sorridere perché, come amiamo fare noi con il Giocolinguisticodellunedí, sa giocare con il suono SCI: Fruscio Fascino SCIntille… Complimenti al team dei creativi.

Categorie
Attimi

Ultimo foliage

Stamattina ho camminato sul tappeto dell’ultimo foliage: da settimana prossima è prevista una coltre di neve

Tutti i cromatismi e le tessere caleidoscopiche saranno trasmutati in bianco cristallo.

Ieri, per la prima volta ho camminato su uno strato di sottile neve. Camminando fino ai piedi dell’algido monte che sta fulgido di bellezza candida e pare ancora più immenso

L’aria profumava di neve

Categorie
Attimi

San Martino

La noia agli irti folli

scombinando cade

e sopra il cerebrale

urla e vaneggia il mal;

ma per le vie neurali

tra il trasferir di fili

va l’astro odor dei lini

l’anima a trallallà.

Gira il lettin scosceso

lo psico fischiettando:

sta il matto relegato

sul dorso a riguardar

tra le nerastre idee

sciami di api e ragni

com’eretici desideri

nel cranio

a ribollir.

Rielaborazione sconclusionata della poesia San Martino di Giosuè Carducci

Categorie
Attimi

A novembre

A novembre ci sono tre persone e due lupi.

Novembre è il mese forse più duro per chi vive, come me, in un paese di montagna.

Per il mio compleanno ( accetto gli auguri anche in ritardo 🙂 non ho trovato un ristorante aperto. Se vuoi farti una colazione in piazza non c’è un bar aperto.

Deserto. Capita di fare percorsi senza incontrare anima viva. Nessuna coda, nessuna folla. Puoi tranquillamente camminare al centro della strada.

Alle amiche che ho lasciato in valle pare impossibile che io riesca a essere contenta qui. Con loro era d’abitudine il caffè mattutino e il pranzo almeno due o tre volte in settimana. A volte anche una bella pizzata la sera o un aperitivo.

Sono scesa dai miei familiari domenica in vista del mio compleanno. Toccata e fuga. Tornando c’era la catena alpina sullo sfondo illuminata dall’ora blu. Non vedevo l’ora di essere tra le braccia del mio deserto paese di montagna nel silenzio assoluto.

Categorie
Attimi

Grigio nebbia

Mia figlia che lavora a Milano mi dice che c’è nebbia. Questa l’immagine che ho davanti agli occhi mentre sto in maglietta al sole con farfalle svolazzanti.

Non ho quasi mai freddo qui. Anche quando nevica e poi arriva il sole io sento caldo. Naturalmente la neve qui si è vista solo in alto e questo sole l’ha già sciolta in parte.

Deve essere per via della diversa umidità. Qui il clima è secco. A parte qualche giornata di pioggia.

Avrei da riporre i gerani nel locale forno da pane (eh, sì ho anche un locale per fare il pane o le pizze  nel forno a legna)… Ma il tempo è così piacevole che li lascerò ancora fuori a godersi la luce.

Anzi mi pare che hanno bisogno di un po’ di acqua. Andrò a prenderla alla fontanina.

Categorie
Attimi

Bianco neve

Questa è stata la visione del monte, dal mio giardino, stamattina.

Bello tutto bianco di neve. L’aria era profumata di neve e frizzantina, tersa dopo l’assalto delle cavallette motorizzate per il ponte dei morti… Peggio di Ferragosto.

Stanotte la nera pioggia batteva cupa sul tetto e aumentava il piacere del piumino.

Ho voglia di intimità e pace dopo tanto sole.

Categorie
Attimi

Gratitudine

In questo tempo impazzito: a livello etico e meteorologico contano molto i piccoli gesti.

La cosa, per me, sorprendente in questo microcosmo che è la mia nuova casa, è trovare ogni tanto dei doni al cancello del giardino. Delle rose, un piccolo contenitore in fine porcellana con dei gustosi lamponi giganti, e oggi una cassetta contenente delle noci e dei bulbi di non so quale fiore.

La bellezza di questi doni è che non sono accompagnati da un biglietto del donatore. Quindi non so mai chi ringraziare. Devo mandare via WhatsApp messaggi per dire: Sei stata tu? Grazie… alle varie persone vicine.

È davvero così bello donare gratuitamente. Ed è così bello ricevere gesti gentili.

In questo macrocosmo – che pare impazzito a livello etico e meteorologico – a me questi doni scaldano il cuore. E mi ricordano quanto è importante la gratitudine. Non bisogna mai dimenticare di essere grati per chi, silenziosamente, ci dona un attimo di gentilezza.

Categorie
Attimi

Torpore

Sta nel suo torpore ignorante/

nel sonno allucinante /

lontano lontanissimo dagli spigoli e dalle rotondità del reale /

nella luce che ingiallisce le pagine del bosco /

lui : nulla sa del gelido flusso negativo /

non conosce il male /

che lo inghiotte e gli artiglia mani e cuore/

lui così ignorante:

felice nella sua totale inconsapevolezza/

felice nel pomposo tempo/

come un inappagato fantasma/

poppante del nulla /

Categorie
Attimi

Cammino

Cammino su questo caleidoscopio micro/cromatico scricchiolante

È la tavola imbandita dal cuoco Autunno. Morte e rinascita in un ciclo perenne attraverso sospiri cromatici.

Bel modo di esalare gli ultimi respiri facendosi humus per i nuovi germogli.

Categorie
Attimi

Conto il sole

In questa nuova situazione abitativa conto il sole, cioè la sua permanenza sulla casa e sul giardino. Per ora arriva in giardino verso mezzogiorno e sta fino alle sedici.

Oggi era meravigliosamente caldo. Mi sono sdraiata a bere i suoi benefici raggi.

La ottombrata quest’anno è davvero lunga.

C’è un attimo che l’ombra del campanile si stende sul rettangolo del giardino…

La mia casetta è lì sotto.

Quando il sole alle sedici va via, lo fa in modo repentino. Senza passaggi morbidi. Un attimo prima c’era e un attimo dopo è sparito.