Otto e mezzo #Fellini

Incredibilmente non avevo mai visto Otto e mezzo di Fellini.

Per fortuna ho visto che era presente nella cineteca di Rai Play. Ne avevo colto due o tre scene l’altra sera, cambiando i programmi sulla TV, ed ero letteralmente restata incantata.

Incantata dal bianco e nero. Incantata dall’atmosfera surreale onirica estetica. Incantata dal disordine narrativo. Incantata dalla bravura di Mastroianni e dalla scenografia.

Così ho deciso di cercarlo e, finalmente, vederlo. Vi ho trovato la matrice di tutti i registi che amo: Hitchcock, Bergman, Sorrentino… tanto per citarne alcuni.

La giovinezza – Youth di Sorrentino. Era già lì. Addirittura scene quasi identiche per atmosfera nell’albergo delle cure termali. Quelle donne nel piano sequenza come icone o statue. E quelle scene in bianco e nero con l’orologio e il carro che perde la bara… di Bergman nel film “Il posto delle fragole” così simile per evocazione alla sequenza in Otto e mezzo col padre che entra nella fossa al cimitero.

E il richiamo estetico di Fellini verso la luce di Caravaggio e le composizioni artistiche di molte opere classiche… fino al Surrealismo di Magritte e all’ iper-realismo di Hopper.

L’ho guardato incantata. Rapita. Meraviglioso film che racconta la vita in modo apparentemente così frammentato e sfrangiato eppure in modo così potente. Una continua autoanalisi con incursioni nel subconscio nella notte nell’immaginifico.

Un film capolavoro. Imperdibile. Felice di averlo trovato.

10 Comments

  1. Anch’io l’ho visto per la prima volta.
    Devo essere sincera, non amo molto i film di Fellini, a parte Amarcord. Tutti gli altri che ho visto mi hanno, sì, incuriosito, ma alla fine non sono riuscita ad apprezzarli veramente. Probabilmente il mio gusto personale è molto lontano dalla “oniricità-fiabesca” (scusa il termine) che permea quasi tutti i film di Fellini. Per quanto riguarda questo film, del quale purtroppo non ho visto l’ultima parte perché mi sono addormentata (ero stanca e sono vecchia, non è colpa del film) devo dire che già dall’inizio mi ha fatto pensare che Sorrentino deve avervi pescato a piene mani per il suo “La grande bellezza” che, devo dire, non ho apprezzato neppure questo, ma, si sa, io sono di un’altra generazione e parecchio obsoleta.
    Buon fine settimana.

    Piace a 1 persona

    1. Quello di Sorrentino l’ho visto tre volte. L’ho trovato incantevole. Non è questione di età. I film, come i libri o le opere artistiche o piacciono o no. Guarda che Otto e mezzo è disponibile su Rai Play. Ottima piattaforma gratis che in questo periodo di quarantena ho molto usato. Buona serata cara Neda 🐞🌼🌺🌸

      Piace a 1 persona

  2. Come è potuta essere la tua vita prima? Prima di vedere Fellini 8 1/2. Ci sono dei film, dei libri, delle musiche, che sono capisaldi nella vita di tutti. C’è la vita prima di Fellini e dopo Fellini. C’è gente che non ha mai visto Ultimo Tango. Che non ha visto Bladerunner, che pensa che Taxi driver sia la traduzione di tassista. …

    Piace a 1 persona

  3. Un film che ha 60 anni e ancora coinvolge, già questo dice molto. Fellini, come tutti i geni, non è per tutti e soprattutto non lo era al tempo in cui lo ha girato, perchè doveva trovare menti aperte al domani come la sua. Credo di aver visto tutti i suoi film (quelli usciti che ero adulta) quando sono usciti e li ho anche un po’ dimenticati. Andrò su Raiplay.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...