Poesia monovocalica

Da Pinterest

Buongiorno, per il Giocolinguisticodellunedí oggi propongo la creazione di un testo poetico monovocalico. Si tratta di scrivere un testo poetico utilizzando solo una vocale a scelta.

Ecco il mio esempio:

Monovocalico in E

Ermes greve

sempre prende

verdesche esche

edere perverse,

mentre regge

schegge e pesche

stelle e belle prede

sfere eteree

ed ere vere.

Ester, recente “Venere delle sette bellezze”, crede d’essere celebre e pretende deferenze.
Se esce precede sette servette sceme, sempre leste, e Lele che celere le regge le bretelle delle belle belve, tre setter, Bebe, Cenere e Gegè.
Per le megere del “perepepè” Ester è celebre perché vende decentemente pere e mele, e nelle segrete sere vende bene pelle e tette.
ml

https://orearovescio.wordpress.com

Ere lente,
estese lentezze.
Effervescente,
essenze secche.
Sette eteree Elene.
Erte emerse.
Esche vere.
Mete per elfe.
Sete nell’erg, neve nelle pendenze.
Emesse, pendente.
Febbre pel dente.
Eh eh, ensemble celeste,
erede del .
Embè… emergente Ermes.
Elette dee delle cere.
Enne per elle.
Entree per me.

https://newwhitebear.wordpress.com

Alta, magra, Barbara
bara a baccarat.
Assatanata,
braccata dalla banca,
passa carta falsa
alla grassa bassa spalla,
tal Samantha “la Santa”.

https://silviacavalieri.com

L’essere fetente
È perdente per sé
E deterge le tette
Delle dee estere.

https://sempreadelantando.wordpress.com

24 Comments

  1. Ester, recente “Venere delle sette bellezze”, crede d’essere celebre e pretende deferenze.
    Se esce precede sette servette sceme, sempre leste, e Lele che celere le regge le bretelle delle belle belve, tre setter, Bebe, Cenere e Gegè.
    Per le megere del “perepepè” Ester è celebre perché vende decentemente pere e mele, e nelle segrete sere vende bene pelle e tette.
    ml

    Piace a 2 people

      1. Eccomi, dopo cena a pancia piena, mi è subito arrivata l’ispirazione. Ciao Eletta, buona notte!

        Duo pericoloso

        Alta, magra, Barbara
        bara a baccarat.
        Assatanata,
        braccata dalla banca,
        passa carta falsa
        alla grassa bassa spalla,
        tal Samantha “la Santa”.

        Piace a 2 people

  2. eccomi con una poesia monovocalica in E. Un po’ demenziale ma …
    Ere lente,
    estese lentezze.
    Effervescente,
    essenze secche.
    Sette eteree Elene.
    Erte emerse.
    Esche vere.
    Mete per elfe.
    Sete nell’erg, neve nelle pendenze.
    Emesse, pendente.
    Febbre pel dente.
    Eh eh, ensemble celeste,
    erede del .
    Embè… emergente Ermes.
    Elette dee delle cere.
    Enne per elle.
    Entree per me.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...