Categorie
Giochi linguaggio

Monovocalico

Buongiorno per il Giocolinguisticodellunedí

propongo un Monovocalico cioè un testo in cui compaia solo una Vocale e mai le altre.

Vedete voi quale vocale scegliere.

Questo esempio è tratto dal web.

Sfogo d’orco.

«Sono Pogo, orco non noto, mostro sozzo d’orto losco.

Buon gioco a tutti e buon lunedì

Eletta


Mamma: brava, calma, draga, fata, garbata, lampada, manata, nanna, pacata, radar, sfatta, tanta, vasta, zagara

( Naturalmente é per mia madre: sfatta dal lavoro ; radar per le sue intuizioni ; lampada per i suoi consigli ; manata per quando le ho prese). 😉 🙂

http://traitaliaefinlandia.com

Monovocalico in e
Belle le messe per le celle dell’ebete Renéé
Tremende le tele del celebre Tenebré per l’eccellente re.
Vede le penne del premente Ebbé Prevé ed eccede nel premerle.
Elette vette, verde erbette.

https://newwhitebear.wordpress.com

sono tondo, sono sporco, odoro molto. Ho corpo grosso, corro poco, rotolo nel lordo. Sono (il) porco, con vostro comodo sono bono solo morto!

ml

https://orearovescio.wordpress.com


Sogno tondo (rondò)/

Sogno nonno,/
*morto composto./
Commosso,/
tosto provo col lotto./
Posso… Corro …/
Mormoro: Otto!/
Bong! Colpo gobbo!/
Col botolo molosso/
compro osso,/
scolo grosso/
gotto rosso./
Sbronzo, rotolo,/
tocco fosso./
Dormo fondo,/
ronfo,/
sogno nonno…*/

Brindi in Brindisi/

Imbibiti i crini grigi/
di stillicidi di cirri,/
riti illirici imiti./
Zip, spilli/
ricchi vini divini,/
divisi in tipici tini,/
cilindri piccini./
Cin cin, gridi,/
brindi, trinchi,/
zittisci litigi/
di mici brilli,/
ridi di sibili sinistri/
di spiriti tristi indistinti./
Gingilli di bimbi,/
cri cri cri, titilli,/
ispiri i *finissimi sistri*/
di bigi, timidi grilli…/


*Parole rubate a Giovanni Pascoli, dalla lirica “L’assiuolo

https://silviacavalieri.com

Ecco il mio monovocalico in E


Ermete Delle Selve è celebre
perché seppe rendere eterne
le belle leggende
delle streghe e delle megere
del vercellese.

https://wordsmusicandstories.wordpress.com

Casa d’antan/
Ada, l’ava, lava,/
spazza, ramazza./
La grassa tata Nada/
fa la pasta a casa./
Nanà, la gatta matta,/
dà la zampa, salta,/
balza, lappa la pappa./
Mamma Agata,/
alta, sana, allatta/
Anna, nata affamata./
Canta: “Fa’ la nanna!”/
Ssssh! La calma, s’alza,/
la passa alla calda zana./

Deterrente: “Se Semèle bevesse, genererebbe dee sempre ebbre.

https://silviacavalieri.com

Anna,
brava ragazza,
nata strana,
ama, danza, balla,
attratta dall’alba ambrata,
scappa di casa,
dannata alma scalmanata.

https://petaliazzurri.wordpress.com

Categorie
Gioco

Monovocalico in I

Grafica collage di Eletta

Per il Giocolinguisticodellunedí propongo un monovocalico in I. Si tratta di scrivere un testo utilizzando solo la vocale I. Difficilissimo. Provo:

Gli inni inviti. I fitti spilli irriti. I mistici irridi. Gli stipiti ripidi. Scrivi insipidi intimi minimi scritti.

Non facile davvero… Buona giornata

Mitici divi in crisi: spilli, liti, schizzi, strilli privi di civili rinvii, sbirri.
Dimmi… infin risibili?

http://traitaliaefinlandia.com

Brividi indicibili

Ti ritiri, indi instilli vividi, indicibili brividi: biribì!

Un editore a un autore che gli ha proposto una nuova opera in più volumi:


Rifiniti gli indici, mi invii l’incipit!


A un ciclista che sta per passare in mezzo a un fitto gruppo di pedoni:


Ti infili in bici fin lì? Drin drin!

https://reginagioiosa.wordpress.com

Sfizi: “Idi di…?”
Indichi l’ics, vinci.

https://scrittureartigianali.wordpress.com

* i bimbi piccini, gingilli e birilli, giochini birichini. *
* litri di vini, millilitri divini, finiti ribolliti nei tini. *

*Cinzia

Nidi
Di istrici ispidi,
fitti di spini rigidi,
qui visibili
figli piccini,
lisci, lisci.

https://silviacavalieri.com

Ivi i villici:
Gli inghippi ivi intinti ministri ritti in ilici. Ih ih! Illividi! Illimpidi! Vividi impicci imbibiti in indici di ghiribizzi. Indicibili ghiri, timidi istrici, visibili cimici. Tipi di fichi fini, rigidi. Nidi di Tigi tipici. Fili vicini, zinzini di iridi: zip! Vigili vili: visti i vip, inchini. Virili visi, zii vispi. Vizi biblici. Viti. Bicipiti in bicicli. Finiti i vini! Vitti intinti in chicchi di viti. Viveri vizzi.
Vidi, vinci. Zitti bimbi!

https://newwhitebear.wordpress.com

Vidi stizziti critici
illividirsi in cinici schizzi stilistici
di film sibillini fitti di ghigni sinistri
di vizzi visi irrigiditi:
“Tristi brillii di sviliti cipigli,
schiribizzi dipinti in visi intristiti
di insipidi divi,
infimi mimi: zitti!”

https://wordsmusicandstories.wordpress.com

Irridi gli inviti di giri in bici, litighi, dici: mi sfinisci di insistiti riti (e) mi irriti, imiti i tipi fighi in bici.
ml

https://orearovescio.wordpress.com

Istintivi e indicibili brividi infiniti.

http://aforismipoesie.home.blog

Categorie
Gioco linguistico

Monovocalico

Immagine grafica di Eletta Senso

Gioco piuttosto complicato oggi: si tratta di scrivere un testo utilizzando sempre e solo una vocale a scelta.

Prendiamo l’esempio di un grande Umberto Eco:

Sono Pogo, orco non noto, mostro sozzo d’orto losco. Col gozzo voto, goffo lo dosso; a volo – ok non posso – col tronco grosso: ho scorto – monocolo tosto – lo bosco scosso. Pollo? Porco? Trotto molto. Omo! Bono, bono. Corro, lo colgo, torto ho il collo. L’ho morto. Mo lo mordo, no! Dopo cotto col foco. Coll’osso godró brodo, col corpo – troppo tocco – morrò colmo, col colon rotto. Mosto? Mmmm… poco poco. Son sbronzo, lo so, sbocco sodo. Bolo orroroso! Color pomodoro.

Buon gioco a tutti e buon lunedì

Eletta

Sono sotto sforzo,sopporto troppo,sono logoro.Mollo o non mollo? oh! mondo corrotto

http://aforismipoesie.home.blog

Nata dall’arca, accalcata abbastanza dall’afaga, ha accaparrata la fata.
L’afa ha fatta agra l’andata ad Agata. Abbassa l’ala. Adattala all’alabarda.
Alba annasa l’anta: sa d’araba falsa. Bah, annaspa.
Anna accaldata pranza dall’amata strapazzata. Sta calma!
Amanda lacca l’ara d’annata.
Lara ama la calca ma la madama la cabala.
Una lama passa la spalla.
Raccatta la bacca.

https://newwhitebear.wordpress.com

Selene stese le mele e le pere, ne bevve le essenze, per le vene

https://wordsmusicandstories.wordpress.com

Sono tosto o tonto?
Sono toro o topo?
Non so.
Ho corpo corto,
tronco storto,
osso tozzo,
dorso rotondo,
collo col gozzo.
Con modo rozzo
volo zompo rompo,
sono corvo torvo.

https://orearovescio.wordpress.com

Fata di palude (monovocalico in A)

Rana grassa,

nata a Massa,

salta, balla,

canta “cra cra,”

ama la grancassa,

sa scappar

dalla sassata,

dalla zappa,

dalla gatta zampa-pazza.

Amala, ragazza,

tal fata strana,

nana matta,

maga-bagatta!

https://silviacavalieri.com

Categorie
Gioco linguistico

Poesia monovocalica

Da Pinterest

Buongiorno, per il Giocolinguisticodellunedí oggi propongo la creazione di un testo poetico monovocalico. Si tratta di scrivere un testo poetico utilizzando solo una vocale a scelta.

Ecco il mio esempio:

Monovocalico in E

Ermes greve

sempre prende

verdesche esche

edere perverse,

mentre regge

schegge e pesche

stelle e belle prede

sfere eteree

ed ere vere.

Ester, recente “Venere delle sette bellezze”, crede d’essere celebre e pretende deferenze.
Se esce precede sette servette sceme, sempre leste, e Lele che celere le regge le bretelle delle belle belve, tre setter, Bebe, Cenere e Gegè.
Per le megere del “perepepè” Ester è celebre perché vende decentemente pere e mele, e nelle segrete sere vende bene pelle e tette.
ml

https://orearovescio.wordpress.com

Ere lente,
estese lentezze.
Effervescente,
essenze secche.
Sette eteree Elene.
Erte emerse.
Esche vere.
Mete per elfe.
Sete nell’erg, neve nelle pendenze.
Emesse, pendente.
Febbre pel dente.
Eh eh, ensemble celeste,
erede del .
Embè… emergente Ermes.
Elette dee delle cere.
Enne per elle.
Entree per me.

https://newwhitebear.wordpress.com

Alta, magra, Barbara
bara a baccarat.
Assatanata,
braccata dalla banca,
passa carta falsa
alla grassa bassa spalla,
tal Samantha “la Santa”.

https://silviacavalieri.com

L’essere fetente
È perdente per sé
E deterge le tette
Delle dee estere.

https://sempreadelantando.wordpress.com