Vado su

Immagine fotografica di Eletta

Smarriti gli orizzonti narrativi,

rimane solo la fatica della salita

nel crepitio niveo.

Vado in alto. Vado su.

Ogni cosa è quieta

per l’ora mattutina.

Ho riavvolto

come una sciarpa

le emorragie narcisistiche.

Fantasmatiche anime stanno

come statue di sale

disseminate nel bosco:

hanno un respiro di ghiaccio.

È necessario

stare nell’incanto del vuoto

per gustare la voluttà del poco.

10 Comments

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...