Lacci e stringhe

Ieri ho finito Lacci di Starnone. L’ho iniziato la sera del giorno prima. Evidentemente è un libro che prende e ti porta via.

Tenere avvinghiato un lettore è già un bel risultato. Poi io sono una lettrice difficile. Niente romanzetti. Mi piace la bella scrittura.

Un mio amico guardando la mia libreria ha esclamato: – Ma è quasi tutta saggistica. Già.

Ora ho da finire tutti i libri che mi sono stati regalati a Natale. Alcuni sono preziosi perché hanno le pagine ancora da tagliare. Avendo avuto fino a ieri la mano sinistra fasciata, non sono riuscita a usare il tagliacarte. Naturalmente l’uomo orso a cui avevo chiesto si è scordato.

Così forse ora ci riesco. Con due mani meno l’anulare che, essendo ancora dolente, è fasciato.

Tutti i libri che mi hanno regalato sono di mio gusto. In più ne ho preso uno io piuttosto difficile, da assimilare molto molto lentamente.

Approfitto di questo spazio letterario per consigliare la visione ( a chi già non lo fa ) della bella trasmissione televisiva su Raitre il sabato alle diciotto: Per un pugno di libri.

È talmente raro che venga dato spazio nella tv italiana pubblica e nazionale alla cultura letteraria. Non alla promozione di libri: per questo non c’è spazio televisivo in cui non venga lanciato il nuovo libro di tizio e caio. Normalmente il tomo o libro sono messi in bella mostra e citati, con inchino sotteso, diverse volte. Vedi Fazio che io non sopporto: per lui tutto è fantastico.

Tra pochi giorni ci saranno lezioni sull’amore di Massimo Recalcati. Poiché l’argomento trattato da uno psicoanalista lacaniano interessa a un pubblico molto ristretto la Rai ha pensato bene di metterlo in un orario da gufi: Lunedì 28 alle 23 e 10. Per fortuna ( mi auguro ) sarà visibile anche su Rai Play.

Non mi perderò nessuna delle cinque puntate. Perché mi piace molto Recalcati: riesce a spiegare in modo semplice visioni alternative piuttosto complesse. Ai tempi ho letto I Seminari di Lacan e vi assicuro non sono così decifrabili. Recalcati è preparato. Ha una lunga esperienza di terapia della parola. Sa capire e comunicare le più tortuose dinamiche interpersonali. Il rapporto padre/figlio, il legame uomo/donna e in genere amoroso. Il suo primo successo editoriale: “Non è più come prima” è un libro interessante e, a quel tempo, scardinante il normale modo di intendere il rapporto d’amore.

12 Comments

  1. Lacci è un libro che ho comprato ma devo aver dimenticato su qualche scaffale, devo riprenderlo. 🙂
    Recalcati l’ho già visto su RaiPlay e l’ho trovato interessante e coinvolgente, meno un suo libro che ho letto: “L’ora di lezione”. Lo guarderò di sicuro.

    Piace a 1 persona

  2. Grazie per Recalcati, mi era sfuggito. Sai che Starnone pare sia la vera Ferrante, vero? Leggerò Lacci. Anche io, ormai, prediligo la saggistica, ma ho appena finito un libro meraviglioso: La Corsara di Sandra Petrignani

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...