Lettere senza lettere

Per il Giocolinguisticodellunedí oggi propongo la scrittura di una lettera senza l’uso di una lettera a vostra scelta. Potete omettere una vocale o una consonante decidete voi. L’importante è che il testo sia in stile epistolare. Lungo o breve.

Potete indicare la lettera che manca nella vostra lettera oppure lasciare che siano gli altri i lettori a scoprire…

Buon divertimento e buon lunedì.

Ecco il mio esempio

Caro Paolo

sempre presente anche se lontano… Quando vedo la tua poltrona vuota – con un tuo vetusto feltroso cappello – non posso far altro che veder l’ombra tua vagare nella stanza e danzare con me, come era allora. Quando vorrà la tua consorte permetter un leggero volo, torna da me.

Con affetto tua.

Avete trovato la lettera mancante nella mia lettera?

Buon lunedì

Cara Eletta,
senza vergogna mando poche parole. Ho letto senza volere quanto da te detto al “nostro” Paolo. Non tornerà da te, lo so amare, lo capisco, l’ho perdonato, non ha senso che venga. Fa freddo da te. Scalda la neve del tuo cuore con quel feltro roso obsoleto. Te lo regala, gettalo nel fuoco alto e pensa alla nostra completezza che durerà per sempre, al calore del nostro talamo! Che pena, povera donna sola!
La consorte

https://silviacavalieri.com

Cara Eletta,
sono stato contento quanto sorpreso nel leggere la tua lettera. Non credevo poter essere ancora ombra fra le ombre nella tua casa alpestre. Ne sono onorato, forse anche commosso nel sapere che ancora c’è da te un cappello. Il tempo corre come un treno senza meta e senza scopo e tutto azzanna cara amica.
Nel fuoco rosso della tua stufa, aspetta una notte molto fredda, starà bene quel cappello, farà un fuoco blu, come fummo
Buona fortuna
tuo Paolo

https://paracqua.wordpress.com

Carissima Eletta,
sono sorpreso leggendo la tua lettera. Quando ho visto zia Trudi, le ho consegnato la missiva ed ho visto il suo occhio fissare il vuoto. Quasi non ci credevo che fosse tanto importante ricevere tue notizie, ma in effetti so che le sei molto affezionata e lei stravede per te.
Quando scendi dalle tue amate montagne per venirmi a trovare? Troppo tempo passato e avverto la tua mancanza.
Un grande sorriso.
Tuo fratello Paolo

https://newwhitebear.wordpress.com

Cara amica di enigmistica a distanza,
tu che t’incavoli, cavilli e poi in collera cavalchi il tuo cavallo per colli e valli colle redini molli fino ad avere in sella i calli al culo, leggi con attenzione questa lettera, che non ha la parvenza di una lettera, e indovina il tranello che si cela.
Saluti e caci (so che ami i formaggi!)
Tuo storditisimo massimo
ml

https://orearovescio.wordpress.com

26 risposte a “Lettere senza lettere”

  1. Cara Eletta,
    sono stato contento quanto sorpreso nel leggere la tua lettera. Non credevo poter essere ancora ombra fra le ombre nella tua casa alpestre. Ne sono onorato, forse anche commosso nel sapere che ancora c’è da te un cappello. Il tempo corre come un treno senza meta e senza scopo e tutto azzanna cara amica.
    Nel fuoco rosso della tua stufa, aspetta una notte molto fredda, starà bene quel cappello, farà un fuoco blu, come fummo
    Buona fortuna
    tuo
    Paolo

    Piace a 2 people

  2. Cara Eletta,
    senza vergogna mando poche parole. Ho letto senza volere quanto da te detto al “nostro” Paolo. Non tornerà da te, lo so amare, lo capisco, l’ho perdonato, non ha senso che venga. Fa freddo da te. Scalda la neve del tuo cuore con quel feltro roso obsoleto. Te lo regala, gettalo nel fuoco alto e pensa alla nostra completezza che durerà per sempre, al calore del nostro talamo! Che pena, povera donna sola!
    La consorte

    Piace a 3 people

  3. Secondo me ne mancano due I e Z. Adesso mi cimento nella mia lettera. Scopri la lettera mancante.
    Carissima Eletta,
    sono sorpreso leggendo la tua lettera. Quando ho visto zia Trudi, le ho consegnato la missiva ed ho visto il suo occhio fissare il vuoto. Quasi non ci credevo che fosse tanto importante ricevere tue notizie, ma in effetti so che le sei molto affezionata e lei stravede per te.
    Quando scendi dalle tue amate montagne per venirmi a trovare? Troppo tempo passato e avverto la tua mancanza.
    Un grande sorriso.
    Tuo fratello Paolo

    Piace a 3 people

  4. Cara amica di enigmistica a distanza,
    tu che t’incavoli, cavilli e poi in collera cavalchi il tuo cavallo per colli e valli colle redini molli fino ad avere in sella i calli al culo, leggi con attenzione questa lettera, che non ha la parvenza di una lettera, e indovina il tranello che si cela.
    Saluti e caci (so che ami i formaggi!)
    Tuo storditisimo massimo
    ml

    Piace a 3 people

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: