Violenza psicologica


Prima della violenza fisica c’è sempre una violenza psicologica. Molti lo dimenticano. Prima di essere uccisa la moglie compagna ha dovuto subire per anni una sottile violenza psicologica da parte del marito compagno.

La realtà sottesa è una nebbia di “devi-non devi” : devi fare quello che dico io, devi sottostare ai miei bisogni desideri ordini, devi essere sottomessa e docile, io comando tu esegui, devi sorridere essere felice di ogni mia scelta e stare al tuo posto, non devi parlare con nessuno: quello che capita fra di noi è nostro e non va messo in piazza.


Il pulviscolo che alberga nella mente degli uomini che uccidono e maltrattano le donne è la paura di perderla.

In realtà si tratta di uomini estremamente fragili. Hanno una dannata paura di perdere il controllo sulla compagna e così perdono il controllo dei gesti, con i cosiddetti raptus. Non sono uomini dotati di un equilibrio interno. La prepotenza è segno di fragilità estrema.


La prima volta che ho detto al mio compagno di un tempo che lo avrei lasciato si è messo a piangere come un bambino dicendo : – E adesso cosa faccio?
Poi sono arrivate le botte perché era l’unico modo di “fare” che aveva trovato per sconfiggere la paura di perdermi.


Dell’altra parte psicologica – vissuta dalla vittima donna – ci sarebbe da scrivere per anni. E qualcosa è stato scritto e detto. La donna non può credere che l’uomo che dice di amarla le faccia violenza. Rimane attonita. Incredula. E pensa sempre di “redimerlo” : cosa che non avviene mai.

20 Comments

  1. mi spiace per il tuo passato, io devo dire che quando ho amato una donna non sono mai stato possessivo, ho sempre cercato di offrirle il massimo e se decidevano di lasciarmi speravo che potessero star bene. Se ami una persona vuoi che stia bene, non che sia tua, ma forse questo molti non lo sanno….👍🤗😉

    Piace a 1 persona

  2. Non so se la violenza sia più fragilità o vigliacco egoismo… probabilmente va caso per caso.
    e – credo – l’incredulità di chi ama e in cambio riceve violenza può essere al di là del genere, stante il netto sbilanciamento statistico, indubbiamente.
    Un abbraccio.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...