Così lontani i giorni

Orrido – Immagini fotografiche di Eletta Senso


Sembrano così lontani i giorni
dove albergava il ghiaccio e
le tenebre erano porto
agli occhi.

Va il ventilatore e frulla
tutti i minuscoli pezzetti
delle scritte e annotazioni:
cibo e fame, fame e cibo.

Non so scolpire

il tuo nuovo vestito


perché lo indossi e
quale vento ti leva
cosí alto il cuore.

Volava l’aquilone dopo i massi cupi.
Io ri-imparavo a ridere con te accanto.
Passavano al galoppo
bianchi cavalli nella polvere
della sera.

Non so ri-abituarmi al freddo…
dopo tanta cenere spenta.

3 Comments

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...