Mister miparloaddosso

Quando il cielo è terso di un blu violaceo e il sole brilla vado a sorbirmi i suoi benefici raggi in un angolo con una panca di pietra.

Ieri ero lì a godermi l’aria e il sole quando è arrivata una coppia con cagnolino.

Fa sempre piacere scambiare due parole e la coppia si è fermata con noi.

Purtroppo ho scoperto, dopo la profusione di inutili e vane parole che lui era mister parlo solo io. Codesti tipi ti investono con il loro chiacchiericcio a valanga e lasciano nemmeno un piccolo spiraglio per con– vers – are.

La politica locale e nazionale, le brasiliane, la partita alla tv senza scheda, i due appartamenti… Mistermiparloaddosso sciorinava tutto quello che gli veniva in mente per amor della loquela. La moglie era svanita e persa, come rimbambita negli anni da tutto quel vaniloquio del consorte.

Ho fatto finta di scoprire che era tardi per fuggire via. Giacché al monologo preferisco la conversazione. Ho lasciato l’attore sul palco senza pubblico e sono andata via.

10 Comments

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...