Una giornata quieta

Lo so: sono un po’ fuori dalla norma, ai tempi mi piaceva molto anche scandalizzare. 

Comunque, con un libro di Enzo Bianchi della Comunità di Bose e cibo semplice il mio Natale da sola e in silenzio lo avevo già vissuto anche senza obblighi esterni e decreti.

Mi ha invece sempre sottilmente infastidito l’idea di festa forzata, il “si deve”, il “facciamolo per forza”. 

Per questo una giornata come oggi, semplice e quieta, con qualcosa di rosso, con le lucine accese, la neve fuori, del cibo buono e un bicchiere di buon vino… a me è piaciuta più dei larghi banchetti conviviali con ogni bendidio a profusione. 

Non ho mai sopportato i banchetti nuziali, neppure il mio. Non ho mai sopportato il Carnevale, gli eventi mondani come vernissage presentazioni di libri e altro. Anche per questo sono frenata dal pubblicare ancora: alla mia seconda presentazione del mio secondo libro sono stata seduta tra il pubblico e ho lasciato il suono delle mie parole a un’attrice e la musica a una pianista.

In fondo assomiglio molto al mio gatto sonnacchioso silenzioso affettuoso e indipendente.

Selvatica – così mi appella il mio vicino.

Mi piace essere selvatica e, come selvatica, preferisco essere lasciata in pace quando ho voglia di stare in pace. 

5 Comments

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...