Nel borgo

Ci sono le rose nel piccolo borgo.

Piccole rose in boccio.

C’è una villa con gli stemmi. Sta nella piccola piazza col tavolino di pietra. L’acqua scende nelle fonti.

Qui si sta sospesi: la valle in fondo. Si sale per tortuosi tornanti.

Si sta sospesi sopra tutto. Si lasciano i pensieri e le brutture in basso. Si finge la normalità con lo zaino in spalla. E non si incontra nessuno. Solo il silenzio del bosco: lo scricchiolio sciamante delle foglie che cadono.

Si sta bene nel piccolo borgo di pietra. Il tempo è quieto e sospeso. Come noi. Lontani dal male.

14 Comments

  1. quando si è nei boschi, lontano da tutto, si vive in un mondo a se, spesso tutta la realtà ci appare così lontana da sembrare irreale. Io oggi camminavo con l’ombrello sotto una pioggia fitta nella villa della mia città, è vastissima, ci sono boschi così fitti che è quasi buio completo al suo interno. Ero l’unica persona in quel posto che sembrava sospeso nel tempo, ascoltavo musica con le mie cuffiette, e pensavo versi di poesia, il mondo alle mie spalle sembrava un quadro d’altri tempi…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...