Buonumore come dovere etico

Immagine grafica di Eletta

In questo periodo sono sorte come funghi pubblicità di medicinali e integratori per proteggere e rinforzare il nostro sistema immunitario. Vitamine sali minerali e affini.

Si dimentica però di dire che la prima medicina per un sistema immunitario forte è stare bene emotivamente. Si sottovaluta, in questa condizione di stress a cui siamo sottoposti per le nuove regole, il peso e la pressione sul nostro benessere psichico. Solo in due situazioni televisive ho sentito dare l’allarme per un possibile aumento di violenza familiare e sulle donne.

Parlando con un amico dicevo che dopo questa emergenza sanitaria, una volta trovato il vaccino o il rimedio per il corona virus, ci sarà da affrontare un’emergenza emotiva: molti saranno i depressi, molti andranno fuori di testa. Senza tener conto, anzi aggiungendo, l’emergenza economica. Salteranno molti sistemi nervosi.

Già ora convivere in uno spazio ristretto con familiari, alla cui presenza non eravamo più abituati, comporta un alto livello di adattamento.

Naturalmente nella maggior parte dei casi le persone fanno di necessità virtù e riescono, anzi, a inventarsi un nuovo modo di stare insieme in buonumore.

Il buonumore in questo momento è un vero e proprio dovere etico perché nutre il gruppo o le persone che ci circondano di positività e implica una buona conoscenza di sé: so quali sono i miei desideri, ma so anche come smorzarli o rinunciarvi ora. Tengo conto dei miei bisogni, ma considero anche quelli altrui. Alleggerisco, invece di appesantire.

Le persone che non sanno donare buonumore sono persone ansiose e depresse, perennemente insoddisfatte. In questo periodo ansia e depressione abbassano il tono della nostra esistenza e, a sentire alcune ricerche, anche il nostro sistema immunitario disponendoci alla malattia. Purtroppo, una persona depressa abbassa il tono dell’esistenza anche di chi è vicino e quindi influisce anche sul sistema immunitario altrui.

“La depressione, prima di essere una condizione clinica, è un cedimento della memoria, è l’incapacità di rilanciare nel futuro un’esperienza di felicità”. Galimberti

La realizzazione di sé è il fattore decisivo per la felicità che non si trova fuori di sé. Ora che non possiamo soddisfare fuori di noi: acquistando viaggiando incontrando, possiamo trovarla solo dentro di noi nella compostezza della nostra anima.

Felicità e infelicità sono fenomeni dell’anima” – Democrito

9 Comments

  1. Quello della quarantena è un problema grave. Purtroppo il problema più grave a mio avviso riguarda la violenza sulle donne. Già ho visto almeno due casi in cui una donna era costretta a casa con un uomo violento e la faccenda non sembra stia andando bene. E chissà quanti altri casi ci sono. Un altro problema riguarda il fatto che alcune famiglie non sono molto unite e tendono a non sopportarsi. In questo caso almeno si dovrebbe fare in modo che i membri abbiamo un po’ di spazio personale e cerchino di non stare sempre insieme (se il luogo dove abitano lo permette). Per il resto anche stando con persone che vuoi bene e un certo punto non ne puoi più.
    Quando è così bisognerebbe cercare di avere il proprio spazio e darsi degli obiettivi da portare avanti soprattutto per non cadere nell’apatia.

    Piace a 1 persona

    1. Grazie per il contributo. Sì. Purtroppo in questo momento di estrema emergenza ciascuno dà, inevitabilmente, il meglio e il peggio di sé. Non poter andare fuggire chiedere aiuto è sicuramente molto pesante e non aiuta il benessere psicofisico. Incrociamo le dita. Buona serata 🐞🐞🐞

      "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...