Ombre

La lanterna gioca le sue ombre.
Testuggini passano sul fondo con il loro greve corpo.
Tu che non so chi sei accarezzerai la mia mente.
Un filo elastico allungherà i suoi tentacoli e vibrisse.
Ci unirà il pensarci.
Le tue dita lunghe bianche insisteranno sul lembo di pelle.
Carezza lenta e leggera.
Sfiorare e sentire le pulsazioni.
L’energia come un lampo viola
scenderà a valle
dalle nuvole livide.
Scaraventerà la saetta
le sue punte di luce
al corpo disteso.
Fremendo la mano
passerà la carne.
Frugherà tra pizzi.

2 Comments

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...