Carne – fice

Immagine grafica di Eletta

Uno degli aspetti che amo delle parole è l’etimologia. Il significato recondito dovuto all’etimo, alla radice, alla genesi e sviluppo. Spesso non pensiamo a cosa si nasconde in una semplice parola. Come in questo caso: non avevo mai veramente fatto caso che in carnefice ci fosse questo sottostrato: carne e fice.

La sessualità non è la carne, è il desiderio. Ciò a cui tende non è l’eiaculazione, ma è l’incontro con l’altro, perché solo desiderando l’altro o sentendomi oggetto di desiderio altrui, io mi scopro come essere sessuato.

Carnefice è chi distrugge la scena

Chi scioglie il corpo dell’altro dalla situazione che voleva esprimere, dalle possibilità che lo circondavano, fino a ridurlo all’inerzia passiva della carne.

(…) il carne- fice gli fa gustare la sua carne per obbligarlo a sentirsi solo carne“.

Umberto Galimberti – Il corpo

14 Comments

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...