Metaforfosi

Rielaborazione grafica di Eletta

Quello che mi piace dell’autunno è la lenta, ma inesorabile metaforfosi. È il cambiamento. La trasformazione. Prendere un ramo una foglia un pascolo e cambiarne il cromatismo e la materia. Accartocciare stringere assottigliare maculare tinteggiare muovere.

Sarà che detesto la stasi. Tutto ciò che è immobile e sempre uguale a se stesso. Sarà che mi piacciono i cambi di scena. Sarà che mi diverte il capovolgimento e l’inaspettato: la sorpresa. La magia. Sarà che la mia parte bambina ancora sa meravigliarsi guardando e vedendo.

9 Comments

  1. Ah, di te qualcosa non mi tornava, però adesso ho capito: sei parente stretta da un lato di Franz Kafka e dall’altro, e somiglianti come cinque gocce d’acqua, a Gregorio Samsa. Comunque si vede che sei la sorella di Gregorio. Non fai che pulirti gli occhioni con quelle zampe. Eh, però sei scommetto che sei la più bella scarrafona nella tua cerchia.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...