Giochi di linguaggio

Per imparare a disegnare in Accademia ho fatto noiosissimi esercizi di copia dal vero di solidi per giorni e mesi. Solo così ho imparato a vedere: per saper disegnare occorre saper vedere ombre luci volumi linee forme.

La stessa cosa per saper scrivere. Occorre fare quotidiani esercizi di scrittura, non sempre divertenti. Per imparare a scrivere occorre scrivere e leggere quotidianamente. Solo così si impara la grammatica e la sintassi, solo così si apprende il vocabolario, i termini lessicali da mescolare come gustosi ingredienti di una appetitosa ricetta. Come ho commentato in diversi altri blog, io tengo molto anche alla forma. Non sopporto la sciatteria nella scrittura: anche nell’uso della punteggiatura occorre saper dosare.

Ho trovato utili, nel tempo, i giochi linguistici. Obbligano a tener conto di una struttura e allenano la mente.

Un interessante esercizio linguistico è questo:

Amore beato che dentro eterni fuochi gialli hai impresso lucenti mari neri, orizzonti pieni; quando ridi sai tenere unite verità zuccherine.

Capito qual è il gioco?

( Immagine grafica dell’autrice )

20 Comments

    1. Complimenti, anche per la bellezza formale del miniabbecedario. Gioco in cui si declina l’alfabeto per comporre una frase. Si può partire anche dalla Z. L’importante è usare tutte le lettere.
      Bravo e grazie per aver giocato.
      Buondì
      🐞🐞🐞

      Piace a 1 persona

  1. Questo abbecedario non è mio: Amore baciami! Con dolci effusioni fammi gioire! Ho illibate labbra, meraviglioso nido ove puoi quietare recondita sensualità traboccante. Ubriachiamoci vicendevolmente, Zara!
    ( Isidoro Bressané )

    "Mi piace"

    1. Caspita: siete davvero bravissimi. Non è un gioco facile percorso mettere insieme un senso in ordine alfabetico comporta saper scegliere nella grigliata delle lettere, dalla A alla Z sostantivi, verbi, aggettivi, avverbi e tutto il resto con una sottesa logica.
      Complimenti.
      E grazie di aver giocato
      Eletta

      "Mi piace"

  2. Ciao! sto girovagando per il tuo blog e mi imbatto in questo esercizio. Ti riporto la mia soluzione, che però è molto vecchia, avendo partecipato allo stesso gioco tanti anni fa sul mio blog. Ma il tutto mi è venuto in mente a causa dello zuccherino!
    Amo bere cognac declamando epiche favole: giovane hacker invade la mia nobile onirica poesia; questione: resterà sobrio traendo unicamente variazioni zuccherine?

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...