Giochiamo

Innanzitutto ringrazio tutti i partecipanti al gioco linguistico del lunedì. E propongo quello di questa settimana. Giocheremo con un Lipogramma in A come autunno. Cioè comporremo un testo senza mai usare la vocale A. Consiglio di rileggere attentamente perché le A sono come il prezzemolo e spuntano ovunque…

Ecco il mio esempio:

Ero in un tunnel nero nero e un lupo bigio bigio con gli occhi rossi rossi mi disse: – Vuoi seguirmi? Indicò un percorso blu blu con un aguzzo pino verde verde. Lo seguii. In fondo sentii un suono cupo cupo e dormii per sempre. Sempre.

Il corpo
Sono un conglomerato di lipidi, proteine, zuccheri, H2O. Un corpo complesso, poco poetico, che però, per un mistero gioioso che si ripete in ogni essere, mi rende uomo sensibile. Cervello e cuore, pensieri e gesti, sentimenti e desideri. Sono tutto compresso in poco più di un metro cubo di elementi chimici e tutto proteso nell’esistere e resistere per sentirmi vivere.
ml

https://orearovescio.wordpress.com


Il mio orto
Perché il mio orto? Non lo so però me lo sento mio. I colori sono forti come possono essere in questo momento. I frutti sono raccolti per quello che può offrire. Fichi e mele. Sufficienti? Per me sì. Sono nelle misure giuste. L’inverno è vicino e l’orto perde il sole. È buio e triste.
Osservo con occhio sereno: il tempo scorre. Non si può eludere né fingere. Sei mesi e poi tripudio di fiori per il benvenuto del novello periodo.

https://newwhitebear.wordpress.com

finchè fu fu bello, ci divertì
finchè fu divertente, ci fece esprimer sorrisi
finchè sorridemmo, vivemmo
e nel vivere increduli gioimmo
del susseguirsi dei momenti che vivemmo.
Poi fu fine e nel silenzio finimmo.

https://paracqua.wordpress.com

Come Mina e il conte Dracula… La sposa del lupo bianco (lipogramma senza a)


Non temere il lupo!
Qui il lupo non c’è
e non c’è pericolo!
Tu puoi solo chiudere gli occhi
per vederlo nei tuoi desideri.
Se però vuoi correre il rischio
e persino morire,
sufficiente è dormire.
Di solito viene
vestito dei fiocchi di neve
di un gelido inverno
coi denti scoperti
per ferire e incidere
i tegumenti dei perdenti.
Per te è bello come uno sposo,
ipnotici gli occhi rossi,
gentile è il suo sorriso.
Con lui vorresti fuggire
e ti offri per sempre,
gli doni il collo innocente,
…Certe volte finiscon così
esistenze insulse
in cui non succede niente:
Con morti indolori
e tempi eterni divertenti.

https://silviacavalieri.com

24 Comments

  1. Il corpo
    Sono un conglomerato di lipidi, proteine, zuccheri, H2O. Un corpo complesso, poco poetico, che però, per un mistero gioioso che si ripete in ogni essere, mi rende uomo sensibile. Cervello e cuore, pensieri e gesti, sentimenti e desideri. Sono tutto compresso in poco più di un metro cubo di elementi chimici e tutto proteso nell’esistere e resistere per sentirmi vivere.
    ml

    Piace a 3 people

  2. Giochiamo.
    Il mio orto
    Perché il mio orto? Non lo so però me lo sento mio. I colori sono forti come possono essere in questo momento. I frutti sono raccolti per quello che può offrire. Fichi e mele. Sufficienti? Per me sì. Sono nelle misure giuste. L’inverno è vicino e l’orto perde il sole. È buio e triste.
    Osservo con occhio sereno: il tempo scorre. Non si può eludere né fingere. Sei mesi e poi tripudio di fiori per il benvenuto del novello periodo.

    Piace a 3 people

  3. Ciao Eletta ! Eccomi qua. Ho scritto il mio lipogramma molto sostenuta dall’ispirazione del tuo, così bello e misterioso e dal desiderio di entrare nell’atmosfera giocosamente cupa del non lontano Halloween. Ululando solo un pochino ti auguro buona serata.

    Come Mina e il conte Dracula… La sposa del lupo bianco (lipogramma senza a)

    Non temere il lupo!
    Qui il lupo non c’è
    e non c’è pericolo!
    Tu puoi solo chiudere gli occhi
    per vederlo nei tuoi desideri.
    Se però vuoi correre l rischio
    e persino morire,
    sufficiente è dormire.
    Di solito viene
    vestito dei fiocchi di neve
    di un gelido inverno
    coi denti scoperti
    per ferire e incidere
    i tegumenti dei perdenti.
    Per te è bello come uno sposo,
    ipnotici gli occhi rossi,
    gentile è il suo sorriso.
    Con lui vorresti fuggire
    e ti offri per sempre,
    gli doni il collo innocente,
    …Certe volte finiscon così
    esistenze insulse
    in cui non succede niente:
    Con morti indolori
    e tempi eterni divertenti.

    Piace a 3 people

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...