Sazietà del dolore

Proverò

una sorta di sazietà del dolore

– distillando le gocce del sonno –

per assopire la coscienza

e

anestetizzare la voce.

Avrò una celestiale levità di volo

tra i corpi morti robotici

ignari e ignavi.

Ci sarà nel ritaglio del cielo

una fessura minuscola

per fuggire e salire

– dove la musica

– dove la bellezza

Seguirò

il corso cristallino

della mia chiaroveggenza

4 Comments

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...