Tu

Immagine grafica di Eletta

Tu: fiore insipido e stupido pavone dai mille occhi che non vedono

sciocco infante celeste strillante ti nascondi nel piccolo foro come un topolino o ragno a tessere tele e fiele per avvolgerti

bruco filante

ma non subendo alcuna metamorfosi con soffocoso rantolo nell’angolo del box

esci dalla scatola marcia cammina agitati acqua frizzante e fumo

disperditi non trattenere funi e arpioni lascia il tuo cuore aperto ai flussi e deflussi: vivi

( So che potrà stupire qualcuno questo testo ma, da sempre, amo giocare con tutte le forme testuali e le diverse varianti: qui sono presenti solo due punti all’inizio alla fine di uno scorrere verbale apparentemente senza molto senso. Lo stile è il flusso di coscienza o monologo interiore ( stream of consciouness ) utilizzato da Joyce nelle celebri pagine dell’Ulisse scritte interamente senza punteggiatura e riprese da diversi scrittori moderni ).

7 Comments

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...