Ripetere

Immagine grafica di Eletta

Mi piace comunicare. Mi piace dire, spiegare il mio punto di vista, anche argomentando. Ho avuto, anni fa, diversi interlocutori a cui piaceva farmi da contraltare e quindi ho potuto allenarmi a lungo. Conversazioni e discussioni infinite, leggere, divertenti come duelli a fioretto.

L’importante è la chiarezza. Dire con chiarezza il proprio punto di vista. L’importante è l’ascolto. Ascoltare con molta attenzione il punto di vista dell’altro.

L’importante è il rispetto dei diversi punti di vista. Non sempre si arriva a una sintesi che trova d’accordo le due parti, ma nessuna discussione è vana. Arricchisce sempre.

Solo ultimamente mi è capitato di dover continuamente ripetere le stesse medesime cose senza un minimo rimbalzo: l’altro/l’altra tace. Non replica. Non esplica il proprio pensiero. Non fa sapere la sua posizione. Non controbatte.

È una posizione che non permette la comunicazione.

È davvero molto frustrante soprattutto se la persona con cui cerchi di comunicare ha con te una relazione amicale. O che credevi amicale.

Non c’è rispetto nel silenzio.

C’è presunzione arroganza e fragilità. Chiusura, supponenza ( io sono nel giusto e nemmeno mi abbasso a dirti perché non vali neppure la mia fatica di aprire bocca ).

Anche qui nel mio blog conduco con- vers – azioni. Rispetto sempre chi la pensa diversamente da me. Mi fa davvero sempre un gran piacere ricevere commenti che siano in linea con quanto espongo o no. Nel lasciare un commento o un “mi piace” c’è rispetto e fatica. Anch’io lo faccio e se lascio un mi piace o un commento vuol dire che ho letto e cercato di “ascoltare” il tema o il contenuto e desidero dire la mia.

10 Comments

  1. Sono d’accordo… Giusto ieri sera ho avuto una “conversazione silenziosa” l’amica dall’altro capo del telefono se ne stava in silenzio tant’è che saltuariamente dovevo chiedere sei ancora lì? Lo so le ho detto delle cose dolorose ma qualcuno doveva farlo… Ma so che non è servito a molto, gli occhi non li aprirà mai… Se avesse risposto… Magari una possibilità c’era… Ma il silenzio è sinonimo di chiusura

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...