Connessi 24 ore

Bosco – Immagine fotografica di Eletta

Uso degli apparecchi e strumenti digitali in un mio giorno qualsiasi: oggi


Mi sveglio e faccio l’allenamento cerebrale ( meglio tenere in allenamento i pochi neuroni rimasti … tablet )
Guardo i commenti nel mio sito e rispondo ( tablet o smartphone )
Guardo le previsioni meteo per sapere come vestirmi ( smartphone )
Controllo una spesa che mi pare troppo elevata ( pc )
Mando e ricevo sei messaggi ( smartphone )
Faccio due telefonate ( smartphone )
Ricontrollo sito web, leggo rispondo commenti ( smartphone )
Scarico fotografie sul pc e nel sito

Tempo utilizzato smartphone: pochi minuti
Tempo utilizzato pc: un’ora ( Immagini fotografiche )
Tempo utilizzato tablet: quindici minuti

Ho dei blog e, quindi, necessariamente ogni giorno parte del mio tempo è utilizzato per scrivere un articolo e per postare un’immagine grafica o fotografica normalmente mia.


Per il resto uso pochissimo, rispetto ad altre persone, lo smartphone il tablet e il pc.
Preferisco leggere un libro o un quotidiano: carta carta carta. Non amo leggere sullo schermo. Preferisco camminare o stare all’aperto senza apparecchi. Detesto chi prende il cellulare a tavola: fosse per me ne vieterei l’uso anche nei ristoranti.
È da più di quindici anni che scrivo anche sulla dipendenza dai cellulari e sulla dipendenza che crea stare connessi 24 ore su 24. Sarei poco coerente se avessi comportamenti dissonanti con quanto scrivo leggo studio. Fa male stare tutto il giorno connessi. Fa male stare tutto il giorno, e per qualcuno anche la notte, con lo smartphone acceso.

Uno degli autori che già vent’anni fa scriveva di dipendenza per iperconnessione è Kabat Zinn. Invito tutti a conoscerlo. Aggiungo dei link dell’altro mio blog per chi ha voglia di stare un po’ di più davanti a uno schermo… 😉

https://tranellidiseta.blogspot.com/2015/12/dovunque-tu-vada-ci-sei-gia.html?m=1

https://tranellidiseta.blogspot.com/2015/12/pazientare.html?m=1

https://tranellidiseta.blogspot.com/2014/06/nuovi-totem.html?m=1

https://tranellidiseta.blogspot.com/2011/08/tre-cellulari-sempre-connessi-sempre.html?m=1

16 Comments

      1. Avevo immaginato che fossero pezzi di cuore, in quanto si percepisce che tu scrivi utilizzando il cuore come motore ispiratore, e, quindi, i tuoi post sono effettivamente parti di te, non meri esercizi di stile.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...