Una parola

Capita, che da un altro mondo astrale, mi giunga una parola.

Io vivo di parole. Mi nutro. Ho orgasmi di parole. Mi disseto. Gioco dormo mi sveglio con parole.

Ci sono anime che ci sfiorano per caso. Ci sfiorano un attimo, poi svaniscono nella bianca lattiginosa galassia.
Ci sono anime che palpitano per sempre. Con noi e in noi.

Ricordo una mano aperta a coppa con una camelia per me.

Ricordo le fitte parole sul muretto.

Ricordo una cittadina con l’acqua e le verdi morbide colline che giocavano con le ombre.

Una macchina rugginosa. E l’asparagina fresca di primavera.

L’anima è tornata a donarmi una parola. Una gemma preziosa un nuovo fiore un raggio una farfalla un’icona un sogno un’eco un riverbero una suggestione.

La parola è: TEOFANIA

12 Comments

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...