La quotidiana

La quotidiana tortura: uscire dal sogno con la mente stropicciata perché non capisci, proprio non comprendi. È un continuo slittare e roteare di vorticose giostre. Non trovi un appiglio. Un orizzonte fermo che sia punto di riferimento ed equilibrio. Una direzione.

La tolleranza è sbriciolata in polvere come i biscotti nella scatola della colazione. Quante volte hai illustrato spiegato chiesto denunciato? Quante volte hai pregato?

Con un buffonesco movimento traballante esci dalla notte e decidi di fare. Fare un salto che ti tolga dalle bende e dal sarcofago.

Con gran stridore cadono a terra tutti i frammenti del guscio in cui ti eri raccolto nascosto fermato. È ora di tornare nell’azzurrità abbagliante del ghiaccio.

( Immagine fotografica dell’autrice )

11 Comments

      1. Nessuna anima è troppo pulita, a parer mio; e aggiungo:fortunatamente, che nella vita ci si deve dare l’opportunità i sperimentarsi anche rispetto alle parti piú nere! L’azzurro è sicuramente un colore che mi piace moltissimo😍…🙂🤗

        Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...