Poesie per l’estate 2

2

Ero solo un po’ in disparte

a rodere le cose

a cercare un angolino

per risolvere un giochino.

Ero solo un po’ fuggita

per giocare con la vita

mi hai rimesso in posizione

richiamata all’attenzione.

Sono io il tuo signore.

Il tuo unico padrone.

Non mi son dimenticata

ero solo un po’ annoiata.

Tra le carte quotidiane

tra le polveri ammuffite

ricercare un po’ di sole

incendiare qualche lite.

Ero solo un po’ distratta

troppo avvolta nell’ovatta.

M’hai lasciata tutt’a un tratto

isolata nel distacco

senza tatto

senza amplesso

senza resto

senza appello.

Ricordarmi del tuo amore?

Risonavano le ore.

Devo andare

devo fare

non ho tempo

per giocare.

5 Comments

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...