Esistere

Immagine fotografica di Eletta

Uno dei primi concetti espresso da Vito Mancuso nel suo ultimo libro è la differenza tra vivere ed esistere. Esistere significa ex-sistere cioè collocarsi fuori. Stare fuori vuol dire anche non farsi sottomettere controllare manipolare dal sistema vigente.

In questo caso e periodo: dal sistema consumistico. Ieri ho passato un Natale semplice e, per me, magnifico. Pochi cibi ottimi, una passeggiata con il sole e il vento, il silenzio e quasi il deserto.

Calma, tranquillità e quiete. Un ritmo pacificante. Lento. Senza “dover fare” e “dover essere”.

Pochi pacchetti dono da aprire. Pochi pacchetti dono fatti col cuore.

Le luci del Natale e la luce del sole.

6 Comments

  1. L’altro giorno, quando hai scritto del libro presentato da Vito Mancuso a Quante storie, non sono riuscita a commentare. Mi allaccio qui: proprio stamattina consideravo con mio marito che oggi continuiamo a vivere il Natale come da tradizione, ma la tradizione parla di tempi in cui mangiare i mandarini era un lusso, il pane quotidiano era poco e poco buono, il lavoro tanto e sfiancante. Si aspettava il Natale anche,e soprattutto, per riposare un po’ e mangiare un po’ meglio. Oggi non abbiamo più niente da desiderare, e infatti i discorsi consueti sono lamenti: che noia, troppo cibo, troppe ore a tavola, non se ne può più. Penso sia arrivato il momento di guardare in faccia la realtà e deciderci ad abbandonare le consuetudine. Chi vuole andare a Messa vada.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...