Pigrizia e paura

immagine fotografica di eletta senso

“C’è una fatica da affrontare, una sospensione da tutte le nostre abitudini, se davvero vogliamo provare a indebolire il nostro io, sottraendolo alla logica di superficie.
E vi è poi la paura: di ciò che non ci è immediatamente familiare, di scoprire realtà che possono inquietarci, di trovarci di fronte a porte chiuse che non avremo il potere di far aprire. Timore che, giunti a quell’orlo, di lì in avanti si stenda un vuoto abissale”.

Da: Pier Aldo Rovatti – Il pensiero debole

10 Comments

  1. Mi piace la metafora del passo, che qui trovo calzante… per avanzare dobbiamo alzare il piede da terra, perdere l’equilibrio per un momento, lasciare la stabilità che abbiamo senza essere certi di trovarne una altrettanto sicura. L’alternativa, però, è rimanere fermi…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...