Svegliarsi con la neve

È davvero da molto tempo che non mi sentivo così felice.

Stamattina mi sveglio e, dopo la bufera notturna, tutto è bianco. La neve è scesa silenziosa su zampe felpate e ha trasformato ogni cosa.

Stanotte ho dormito al piano alto. Giù, in casa mia, ieri hanno istallato una bellissima stufa in ceramica rossa: il suo fuoco scalderà il lungo inverno. Non è possibile soggiornare nei locali alle prime accensioni e, quindi, la zingara ha ripreso la sacca buttato dentro tre cose e ri-salita in quella casa che è stata anche sua per tre anni con lui.

Lui non c’è. E avere tutta una casa a disposizione sopra/sotto non è poi male. In una esperienza di regressione mi ero vista signora in un castello. Chissà: forse ho sempre amato gli spazi ampi.

Ieri nel trambusto di istallazione della nuova stufa e dell’impianto Tv sarò andata su e giù trenta volte.

Quando sono scesa le ultime volte per chiudere le finestre e verificare che la fiamma fosse spenta ho sentito che io già la amo questa “mia nuova casa”.

Oggi è una settimana esatta che ho traslocato.

Il tecnico ieri mi chiedeva il perché della mia scelta – di vivere in questo paesino di montagna – gli ho risposto:

Perché amo il silenzio. Perché amo l’aria pura.

Perché amo svegliarmi la mattina con la neve che fiocca lenta.

16 Comments

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...