Categorie
Attimi

Nel bianco

Oggi era una giornata di cielo blu dopo una nevicata. Mi sono accorta dello spettacolo aprendo la porta.

Avevo proprio desiderio di camminare a lungo nel bianco. Così ho preso le muffole e mi sono coperta bene perché c’erano meno 8 gradi. Come prima cosa bisogna togliere la neve dalla macchina.

Poi arrivati al maneggio si comincia a camminare nel bosco.

Silenzio e pace. Gli alberi coperti di neve come scialli di trine. E tutto quel bianco che acceca anche se ancora non è arrivato il sole.

Nonostante la bassa temperatura se si cammina non si sente il freddo. Il bosco respira e ogni tanto qualche ramo si sfarina.

Dopo quaranta minuti arrivo al lago. Mesi che non lo vedo. C’è poco ghiaccio, speravo di sentire i lamenti del ghiaccio. Ma tutto è come ricordavo.

Ci sono luoghi che sono casa. Solo oggi dopo essere risalita mi sono resa conto di quanto mi era mancato il lago. Perché qui dipingo cammino faccio colazione e arrivo.

Ho fatto un’altra strada per salire al lago. L’altra, quella che ho fatto fino all’ultima estate, non penso di rifarla ancora. Perché io non torno mai sul luogo perso: se è accaduto qualcosa che mi fa male. Così è per le persone.

Categorie
Attimi

Perdere la neve

E se ci perdessimo la neve? Il suo bianco passo felpato, la sua materia di talco, il gesso della luna? E se ci perdessimo le slittate scivolate ciaspolate le camminate dove si affonda nel morbido tappeto. I giochi dei cristalli, il suo unico profumo.

Se ci perdessimo l’angelo e i pupazzi, la magia della caduta che trasforma. Gli alberi fantasmi rifugio sotto le fronde ammantate per piccoli selvatici. Se ci perdessimo la neve, perderemmo un angolo d’incanto, un luogo fatato.

Categorie
Attimi

Mentre passa

Mentre passa lo spazzaneve io mi godo il paesaggio dagli occhi della mia casa.

Ormai il cumulo sul tetto della legnaia è davvero alto, tenendo conto che il vento dei giorni scorsi ne ha portata via un bel po’.

Da questa finestra lo sguardo si apre fino a rocce coperte di fine zucchero e a due pini maestosi.

Davvero uno spettacolo incredibilmente natalizio, che l’anno scorso mi è così mancato ( anno senza neve il 21).

Le mie sdraio sono immerse nel lago di neve. La scarsa qualità dell’immagine è dovuta alla zanzariera che non sono riuscita ad alzare per via del gelo.

Come dicevo ieri a una persona di Milano qui non fa freddo. O meglio: fa freddo ma è un freddo secco che non penetra. Mentre a Milano l’umidità acquisce la sensazione di freddo mi diceva.

Questa inquadratura offerta dalla finestra del mio mini-appartamentino che sta in alto nella grande casa è la mia preferita. Mi piace la casetta in legno scuro della mia vicina e la natura circostante. Ho deciso che la riproporrò nelle diverse stagioni.

Un mio amico di Verona ogni giorno su FB posta la stessa inquadratura del cielo che vede dalla stessa finestra. Macchina fissa, stesso posto eppure come muta il cielo! Tutto è mutevole. Transitorio. Impermanente.

Categorie
Attimi

Fiocca

Finalmente fiocca. La meraviglia dei larici rosa

La casetta dalla finestra della mia casa con l’unica rosa rossa scomparsa nel bianco

Il ricamo sui rami : trine finissima e pizzo

La danza dei fiocchi che tutto muta e d’incanto fa tornare una rinnovata gioia di bimbi…

Categorie
Attimi

Meteo verità

Da settimane danno neve, ma la neve non arriva mai. Compare sempre nella settimana successiva per poi sparire man mano che ci si avvicina…

Domani aspettavo ospiti, ma il meteo dava abbondanti nevicate. Quindi ho avvisato: è prevista una abbondante nevicata. Alla fine ci credevo poco dopo le continue smentite delle previsioni meteo ( come nella storia del “Al lupo, al lupo!” alla fine nessuno ci crede più).

Ho due app meteo e, quasi sempre, danno responsi diversi. Comunque entrambe davano una probabilità di neve già da stasera.

Nevica già dalle due. Il giardino è già bianco. No, non è quello della immagine fotografica. Quello testimonia una grande nevicata di cinque anni fa.

Chissà se domani potrò rivedere l’incanto unico che regala una vera forte continua nevicata.

Qualche mio ex vicino racconta di muri di neve ai tempi della sua infanzia. Di porte sommerse.

Al di là del lato estetico, la neve serve come sappiamo ormai tutti anche e soprattutto come riserva d’acqua. Ne abbiamo veramente bisogno.

Quindi mi auguro sia un inverno nevoso.

A differenza dell’acqua la neve non fa disastri anche se scende abbondante. A me piace perché rende il focolare ancora più intimo.

Categorie
Attimi

Ultimo foliage

Stamattina ho camminato sul tappeto dell’ultimo foliage: da settimana prossima è prevista una coltre di neve

Tutti i cromatismi e le tessere caleidoscopiche saranno trasmutati in bianco cristallo.

Ieri, per la prima volta ho camminato su uno strato di sottile neve. Camminando fino ai piedi dell’algido monte che sta fulgido di bellezza candida e pare ancora più immenso

L’aria profumava di neve

Categorie
Attimi

Bianco neve

Questa è stata la visione del monte, dal mio giardino, stamattina.

Bello tutto bianco di neve. L’aria era profumata di neve e frizzantina, tersa dopo l’assalto delle cavallette motorizzate per il ponte dei morti… Peggio di Ferragosto.

Stanotte la nera pioggia batteva cupa sul tetto e aumentava il piacere del piumino.

Ho voglia di intimità e pace dopo tanto sole.

Categorie
Attimi

Due anni fa

A chi mi chiede perché ho tanta fretta di finire il trasloco – visto che la casa vecchia è disponibile fino a fine ottobre, rispondo sempre che vorrei evitare le sorprese… Qui in montagna la sorpresa è la neve, come testimonia questa foto del 25 settembre di due anni fa. Se nevica la mia auto pulmino trasloco non riuscirà più a entrare nella stradina di pietra della casa nuova per scaricare pacchi e sacchi…

Non mi pare vero di essere quasi alla fine. Mancano le solite cose e cosine che compaiono improvvisamente dove non pensavi. Giocano a nascondino come quando stamattina dicevo alla ragazza che mi aiuta a pulire: qui in camera non c’è più nulla. Ho aperto l’armadio e il cassetto del comodino e… Voilà! Dal cilindro del mago sono usciti tanti piccoli coniglietti bianchi che riempivano completamente il cassetto.

Quando non ci sarà altro che il vuoto festeggerò.

Categorie
Attimi

Buona

Lo spettacolo stamattina dalla mia finestra… Buona domenica a tutti voi

Alle ore undici passeggiata nel paesaggio incantato

Categorie
Attimi

La rabbia di Eolo

Oggi pomeriggio, in effetti, ha nevicato. Ma non una semplice nevicata più o meno sottile forte fitta o a falde… Oggi pomeriggio c’è stato il fenomeno che qui viene chiamato : “Rabbia di vento”.

Mi piace molto questo modo di dire locale che rende molto l’idea. In effetti è come se Eolo soffiasse con rabbia, spostando polvere di neve nel suo furore.

I fiocchi non scendono dal cielo, ma sono sospinti in tutte le direzioni creando una texture in movimento davvero incredibile.

Buona serata

Categorie
Attimi

Finalmente

Finalmente è arrivata a dipingere con mano lieve e polvere di talco tutto il paesaggio. Finalmente dopo mesi e mesi ho dovuto pulire la macchina dallo strato di panna.

Mi piace la sua scrittura, la sua grafia, la sua capacità di mettere ogni linea in rilievo. I neri risaltano per contrasto nel mare bianco.

E mi piace la impermanenza della sua arte: mi ricorda i mandala dei monaci tibetani fatti con cura per poi diventare polvere nel nulla. Costruzione meditazione distruzione.

Infatti per fotografare l’arte della neve occorre saper cogliere l’attimo. Dopo poco arriva la bufera.

E tutto svanisce.

Categorie
Attimi

Verrà

Verrà la neve come tulle bianco a infarinare il tutto con glassa fresca e zuccherina. Forse il gioco scherzoso del pesciolino d’oro di un primo aprile in grado – finalmente – di giocare.

P. s. Immagine dalla mia fototeca. In realtà c’è il sole

Questa volta lo scherzo meglio riuscito l’ha giocato il tempo:

Categorie
Attimi

Tutto questo bianco

Ormai sono sei anni che vivo in montagna, tre da residente. La mia casa è qui. Giù non ho più appoggi tranne gli affetti familiari.

Mi fa impressione vedere le immagini fotografiche di quattro anni fa… Vedere tutto questo bianco niveo che c’era. Ho foto di neve neve neve a marzo.

Invece… anche in questi giorni qualche goccia di pioggia e perfino il sole: alla faccia del cambiamento.

Tre mesi di sole. Danno neve domani ma ormai non ci credo più. Tutte le mattine mentre sento “Il ruggito del coniglio” così almeno mi faccio due risate appena sveglia, sento anche Onda verde e tutte le mattine mi vengono i “fumini” a sentire che sta nevicando sull’Appennino!

Tutte le sante mattine. Peccato che io sia sulle Alpi.

Mancherà l’acqua questa estate? Pioverà per mesi? Mah!

Il tempo climatico non possiamo cambiarlo se non con minimi comportamenti etico/ecologici. Vedremo.

Categorie
Attimi

È di nuovo tutto bianco

Ecco: attendeva marzo per arrivare con la sua valigia piena di zucchero e panna. Anche stamattina ci siamo svegliati al suono dello spazzaneve che passava. Si gode ancor di più il caldo del letto in questi casi.

Ha impolverato tutto e trasformato. Vedi Paola che non scherzavo quando scrivevo che era arrivata?

Così la montagna finalmente è più coerente e bella.

Categorie
Attimi

Finalmente bianco

Finalmente è scesa

impalpabile leggera silenziosa

sfarfallando come in tulle una danza bianca…

Finalmente è mutato

addolcito smussato il paesaggio

come d’incanto una fata

con una bacchetta di cristalli dall’alto.

Finalmente un po’ di coerenza e normalità

in questo rettangolo di spazio montano

così lontano e così vicino a corpi straziati

senza senso

se non nello stesso senso

dell’intimità di una casa

che non va violata

The snow has no voice.

Sylvia Plath

Categorie
Attimi

Neve turistica

Pare che di notte droni dell’Azienda Turistica spargano neve in modo da rendere il paesaggio più montano.

È infatti due giorni, esattamente sabato mattina e domenica mattina, che ci siamo svegliati con uno strato impalpabile di neve. L’ipotesi che non sia naturale discende dal fatto che di giorno splende il sole e che della leggerissima neve non rimane traccia alcuna.

Sicuramente il paesaggio ne ricava un fascino altrimenti non presente dopo mesi di siccità… Leggevo stamattina che questo mese ha nevicato persino nel deserto… Ma non qui. Dal 64 non si verificava un inverno così siccitoso. E se non cambia ne risentiranno seriamente le riserve idriche.

Per fortuna i gagliardi turisti carnevaleschi almeno la mattina avranno un pittoresco paesaggio montano da immortalare.

Categorie
Attimi

Segno effimero

Questa immagine è segno visibile della “buferina di nevina di stamattina”. La neve quando scende crea una texture in movimento. Dopo questo effimero momento cristallizzato nell’istantanea… tutto è tornato in riga come sempre con un pallido sole sui prati stanchi. Niente bianco. Miss Neve è apparsa e sparita senza lasciare traccia.

Categorie
Attimi

Un anno fa

Questo è il paesaggio davanti a casa mia fotografato esattamente un anno fa.

Ieri hanno tagliato due grandi pini che sono caduti nel prato con l’erba secca e ghiacciata, senza un briciolo di neve a fare da guanciale.

Mi fa sempre male vedere tagliare un albero anche se qui siamo immersi nelle foreste di conifere e faggi.

Domani danno neve. Qualche centimetro dopo mesi di solo sole. L’unica grande nevicata c’è stata all’Immacolata. Qui la nevicata è grande quando devi munirti di guanti e pale e spalarla dalle auto sommerse e dal giardino e dalle scale.

Poi basta. Non ha più nevicato. Qualche fiocco un giorno che non ha creato strati e poi solo sole.

Chissà che la festa degli innamorati domani non mi regali finalmente un’atmosfera da montagna. Come un anno fa.

Categorie
Attimi

L’anno scorso: neve

Meravigliosi paesaggi innevati dell’anno scorso. Neve bianca e immacolata visto il periodo di lockdown.

Immagini fotografiche di Eletta Senso

Mi manca il bianco. Ora la poca neve del giorno della Immacolata si è sciolta e i prati sono nudi.

Per Capodanno molti turisti a sciare sulla poche piste aperte. Parcheggi pieni.

Ora è tornata una certa calma e attendo con ansia l’Epifania che tutte le feste se le porta via. Sopporterò le solite stantie battute sulla Befana. E amen.

Buona serata

Categorie
Attimi

Il vento

Il vento ha infuriato, nei giorni scorsi, e sollevato veli di neve dagli alberi, spogliando il paesaggio da cartolina natalizia.

Preferisco l’imponenza accecante del bianco alla nuda roccia del monte. Era così bello ammantato di neve…

L’anno scorso, che erano chiusi gli impianti, c’erano metri di neve. Quest’anno, per ora, ha nevicato solo per l’Immacolata. Ora danno qualche fiocco a Natale tanto per render l’atmosfera.

Io vado a cercarmi il sole che sbuca solo per poche ore. Fa anche relativamente caldo. L’aria è pulita e non ci sono nebbie e smog come in pianura. I turisti arriveranno settimana prossima e mi godo il silenzio e la pace.