L’altra me

Camminando sotto il portico, mentre oggi andavo dal parrucchiere, ho visto me com’ero, esattamente in quel rettangolo di portico una decina di anni fa: ero vestita con un abito nero e giacca con fibbie argentate. Ridevo. Camminavo con i tacchi e con una certa baldanza, ero con un’amica e scherzavamo. Come ero diversa. Nè migliore nè peggiore: diversa. Un’altra me.

Ero galvanizzata. Perché ero innamorata. Mi ha colpito proprio questo, rivedendomi com’ero: che ero così sposata e così innamorata. Non di mio marito.

Sebbene ora io sia sempre più convinta dell’idea che si possa essere innamorata di un marito, amare il proprio compagno con vera passione, io allora non lo ero. Ero presa da un altro uomo. Ero completamente rincretinita e stavo vivendo una seconda fanciullezza.

Quando ho incontrato l’altra me oggi, quando le sono passata accanto e ho sentito le sue leggere risate ho pensato che era proprio un’altra donna quella che vedevo. Francamente un po’ l’ho anche invidiata perché come scrivevo oggi in un altro luogo: la passione è vivificante e ora mi manca la sua irrazionale folle vivacità.

25 Comments

  1. E pensi si possa amare come nei romanzi.. più di una persona?
    La tua situazione mi colpisce, perché nelle mie situazioni vorrei che una persona in particolare capisse che sta perdendo un pezzo di vita, che anche con un compagno… l’amore non è garantito, e se lo trovi da qualche altra parte… rimanere incastrata tra l’affetto e l’abitudine è come perdere qualcosa che non si trova tutti i giorni, uscendo di casa…

    Piace a 1 persona

      1. Ma non che non capisca, è molto ma molto combattuta.
        Magari poi sto sbagliando io, che reputo ogni attimo della vita importante e ogni occasione unica. Ma sono quasi certo, che questa donna molto buona e molto intelligente, per non far del male a diverse persone si stia facendo del male da sola.
        Un giorno credo rimpiangerà, e a me dispiacerà e lo rimpiangerò anche io.
        Buona serata a te 😊

        "Mi piace"

  2. Ci stavo pensando anche io, qualche giorno fa:
    le donne innamorate si illuminano, e diventano inarrestabili, come se una sorta di fissione nucleare le si fosse innescata;
    gli uomini innamorati si rabbuiano, come se si fossero beccati un virus oscuro e fastidioso.
    Chiaramente non è una regola, ma ne ho visti parecchi di uomini e donne così.
    Deve essere un errore del progetto.

    Piace a 1 persona

  3. Spesso crediamo sia il tempo, o gli accidenti della vita a cambiarci, ma la verità è che non si cambia mai veramente: emergono solo aspetti di noi che (volontariamente o meno) avevamo tenuto sopiti…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...