Categorie
Gioco

La posta del cuore

Buongiorno per il Giocolinguisticodellunedí oggi propongo un Lipogramma senza O. Il testo, quindi, non dovrà contenere la vocale O.

Questa volta il testo sarà a tema: La posta del cuore.

Ecco il mio esempio:


La posta del cuore


Cara Arabella lui mi sdegna mi maltratta mi prende a pesci in faccia e mi tratta male male. Che mi dici? Pensi che lui mi ami così, anche se mi dice scema?


Avete una settimana di tempo per inviare i vostri testi legati al tema e senza O.

Buon lunedì

Eletta


Cara Arabella, la mia zuccherina metà mi dice sempre che mi ama, ma che ama pure Elia, Elena, Andrea, Emanuele e Virginia e che dedica cinque dì dalle sette di sera alle dieci di mattina a ciascun di essi, a me ne dà a mia scelta e il sette è per lei. Che mi dici di fare? La manderei allegramente affa… farei bene?

esposito.guido@gmail.com


Cara lettrice,
pesce all’acqua pazza è amarsi allegramente; la frittura insieme è amarsi ardentemente, ma pesce in faccia è tutt’altra pietanza. Essere amata significa star bene, a te la scelta.
Arabella

https://paracqua.wordpress.com


Lettera a Giuliana


Firenze, venti tre aprile duemila venti tre
Carissima Giuliana,
Sei sempre in cima ai pensieri di tutta la famiglia.
Le parole che ci trascrivi, le sensazioni che ci mandi,… beh! Tu sei unica e splendida.
Perché non ci raggiungi a Punta Ala? Sarebbe una meraviglia stare tutti uniti sulla spiaggia.
La tua carissima amica
Clara

https://newwhitebear.wordpress.com

Da Pinterest

Cara Arabella, la settimana passata assistetti casualmente ad una scena che mi fece amarezza. Il bel Raffaele, che già vive assieme alla mia cara amica Petra un legame stabile, era in un caffè sulla spiaggia e chiacchierava amabilmente assieme ad una ragazza mai vista prima. I due scambiavansi atteggiamenti chiaramente intimi. Ti chiederei quindi un parere. Che fare? Rivelare alla cara Petra del tête-à-tête? Farsi da parte e lasciar perdere? Grazie della tua sensibilità ed esperienza.

http://traitaliaefinlandia.com

Gentile Isabella, cara redattrice esperta in sentimenti e fallimenti, mi dia un parere: le pare accettabile che Mattia, mia anima gemella, se ne stia indifferente a tagliare le zucchine mentre Michele, davanti a lui, mi bacia sulle labbra? A me fa fremere di rabbia la sua apatia. Michele non mi piace, ha mani sudaticce e parla a vanvera mentre mi bacia, ma mi lascerei prendere totalmente nelle sue spire pur di suscitare la reazione di Mattia, che, se mi schiaffeggiasse finalmente furente, mi renderebbe felice.
Che dice, farei bene?
Una sua lettrice indecisa.
ml</p>

https://orearovescio.wordpress.com

“Cara Lady Letizia
Chi le scrive è una settantenne che ha un’urgente richiesta. E’ facile acquistare e far ingerire il Viagra?
Chi abita davanti a me sembra averne necessità perché resta indifferente anche se mi vede aprirgli sempre in déshabillé.
Mi aiuti, per piacere!“

https://wordsmusicandstories.wordpress.com


Amatissima mia Venere,/
dea triste delle amare sere,/
questa lettere da te,/
unica farfalla lieve,/
mi giunge a lenir/
le lunghe attese./
Ti dici disperata, malata/
e giuri di pensarmi…Menti?/
Sei sincera? Se mi credi/
leggi questa mia missiva/
con fervente fede!/
Vedrai, tu che tremi,/
tra un mese, fra le pietre/
della baita rupestre/
in cui gli affannati dì/
egra trascini,/
spunterà il bucaneve./
La bianca stella apparirà/
e una tiepida speme/
sgelerà fra le tue mani/
i cristalli di neve./
Sete e febbre curerà/
una rugiada lieve/
e, tutta rinfrancata,/
ti leverai da lane calde/
e madidi lini/
e a me verrai, risanata,/
in guisa di Primavera alata,/
per amarci, infine insieme!/

https://silviacavalieri.com


Cara Cenerina,
tu sei una brava ragazza,
credi sempre in te stessa,
nessuna lacrima per la tua matrigna e le sue figlie,
metti la veste più bella e le scarpette luccicanti e vai a danzare,
il principe vedrà la luce della tua anima,
vi amerete per sempre, vivrete felici,
esiste fiaba più bella ?
Letterina di Fata Madrina.

https://petaliazzurri.wordpress.com

Categorie
Gioco linguistico

Lipogramma in O

Buongiorno e buon inizio settimana a tutti. Per il Giocolinguisticodellunedí propongo un Lipogramma: un testo senza la vocale O come Ottobre.

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Lipogramma

Ecco il mio esempio:

Mese di acini e rubini, di lente discese ambrate e gialle. Mese di lentezze e intimità silenti. Chissà se qui arriverà la nivea serica bianca neve… a velare di brina e piuma tutte le case e strade…

Avete tempo una settimana per inviare i vostri testi che saranno pubblicati qui ⤵️


Manca la castagna nella selva. La secca dell’estate reca danni. La natura, afflitta dalla scellerataggine umana, ulula la sua disperata pena. Ma la gente, il dì di festa, s’accalca per raccattare una misera manciata.

http://attornoallago.com


Che meraviglia guardare lievi cirri passare sui tetti di Pienza! Navigare nell’azzurrità, trastullarsi fra le antenne, arricciarsi e svanire nell’immensa verde bellezza delle alture senesi!

http://traitaliaefinlandia.com


Il mese si annuncia con la tiepida calura tardiva. Si cammina nei sentieri alla ricerca dei funghi nati nelle settimane precedenti. La campagna assume la livrea grigia dei campi arati. Il verde dei giardini risplende nella lucentezza della fase lunare.
Evviva! Un grazie a Elettra.

https://newwhitebear.wordpress.com


Senza una lettera sì rilevante, il mese delle streghe sembra una fata. Gli elementi stan tutti insieme per essere al plurale ed evitare quella finale. Ma i verbi, che fatica seguirli! Le serate buie sempre prima, gli alberi sempre più glabri. Le zucche piene di sfumature ferme, senza niente da fare. Quasi l’intera sfera di gesti, se effettuati da più di un essere, richiede applicare la lettera vietata. Invece, se effettuati da un essere maschile, in effetti si rischierà di perdere chi effettua le gesta, perchè richiamarne gli appellativi è da evitare. Quindi la via è il femminile, un femminile. La caduca frutta delle piante, la rubina capigliatura degli alberi che cresce. La cena che riscalda. La strega che si prepara per la festa e ripete la sua preghiera. Che differenza ci sarebbe se per sempre finisse settembre? Sarebbe più semplice rinunciare alla S!

L.


Dana, la cagna da caccia, abbaia abbastanza arrabbiata, sbava saliva, assatanata latra alla gatta ladra. La gatta bastarda, abbrancata a zampa maramalda la salamella dalla grata calda, s’azzarda sfacciata a sbranarla calma davanti a Dana legata alla catena.
ml

https://orearovescio.wordpress.com


Il lunedì è il dì dei passatempi linguistici di Eletta*
ci aspetta per scrivere anche se è difficile un tema senza le lettere cerchiate
per imparare nuovi lemmi senza la sfera perfettina
per aprire la mente
niente premi o medaglie
semplicemente divertirsi e svagarsi in allegria.

https://petaliazzurri.wordpress.com


A Marcella Ceresa/


Bisava mia negletta,/
Marcella detta Lina,/
appari nelle nubi /
a sera e di mattina./
Trapassi la mia anima/
di sguardi e di carezze,/
hai veste nera e triste,/
ma rechi a me speranza/
di estrema luce eterna./

https://silviacavalieri.com


Finalmente è iniziata la stagione dalle mille tinte calde, amata da tanti.
Anche a me piace, ma mi sembra che trascini con sé anche un’infinita struggente mestizia.

https://wordsmusicandstories.wordpress.com

Categorie
Attimi Gioco linguistico

Lipogramma in O

Oggi, per il Giocolinguisticodellunedí propongo un Lipogramma in O, cioè un testo in cui non dovrà mai comparire la vocale O.

Il tema che propongo è in tema con il periodo natalizio.

Ecco il mio esempio.

Arriverà la neve bianca candida e scintillante tra luci e lucine vermiglie e slitte trainate da renne… Tutti i bambini saran felici tra pacchetti e pacchettini e nastri e nastrini. Viva il Natale per chi ama. Regali e regalini. Lampi e lampadine. Cibarie e antipastini. Cremine e gelatine. Salvate, per plaisir, i tacchini e le galline e le carni tenerine.

Mercati e mercatini, sagre di regalini
s’agghindan felici della festa,
Verande e terrazze abbiam pieni di lumini,
Di fettuccie e di brasati è piena la cesta,
Fedifraghi e parenti in abbracci affratellati,
Di trigliceridi a man bassa si dice sian schiattati.

https://chiedoaisassichenomevogliono.wordpress.com

Ballerina e Fulmine e la slitta trainata da Freccia e dalle altre renne di Santa Klaus, felici di essere arrivate in cima alla casa della bambina più bella del quartiere, finalmente appagate davanti ad una quantità imbarazzante di amanite, rilassate.

https://hexen64blog.wordpress.com

Regali e regalini
preparati per i bambini
vestiti e bracciali
levati dagli scaffali
e per gli amici più cari
un mare di denari

https://wordsmusicandstories.wordpress.com

se sei sempre assente, per viaggi d’affari, vacanze, weekend, aperitivi, trastulli e altre fesserie, difficilmente riuscirai a sapere gli avvenimenti recenti e i relativi cambiamenti. Sappi quindi che Natale, nei tempi attuali (leggi: da circa duemila anni) cade il venticinque di dicembre. Se mancherai anche in questa festività dimentica di esserci più amica. Stammi bene ma tieni a mente la mia minaccia.
ml

https://orearovescio.wordpress.com

Verrà Natale e le sue feste.
Ci sarai anche tu?
I pensieri lieti
tu vedrai là,
in cima all’abete
simili a un puntale lucente.
Luminarie, candele
in bella vista
nella stanza.
Il presepe starà lì
nella camera più bella:
greggi di animali,
fabbri e massaie,
altre statuine
a fare apparire
gli inni di letizia
un’allegria di canti.
La bambina aprirà
le caselle:
…dieci, undici,
…venti e altre a seguire.
Cercherà la figurina
celata dalla finestrella.
Letizia e serenità
tu saprai
avvertire
nel Natale del duemila ventidue.

https://newwhitebear.wordpress.com

Viglia d’antan

Lasciami abitare
quella vecchia
vigilia di Natale.
Luci sabaude
sulla città grande
e le cime innevate
da respirare.
L’abete splendente,
di luci, candele,
vetri, palline,
trillini, lucette,
piumati uccellinii.
La madre ed il padre,
Silvia, la figlia piccina,
Anna, più grande,
l’erede di niente..
L’ava mancava,
per una lite familiare.
Sarebbe rientrata,
per una tregua
ben augurale.
Tutti vestiti, curati,
felici le bambine
ad aspettare la festa,
felici senza mentire.

https://silviacavalieri.com