Categorie
Fortuna, Fato

Fortunata

Immagine fotografica di Eletta

Come sei fortunata!

Certo: mi ritengo fortunata. Perché vivo sopra la valle di smog e ho il cielo e l’aria tersa. Cristallina. Perché vivo in montagna dove albergano i lupi e il silenzio. Perché non ho code all’ufficio anagrafe o in posta. Perché posso camminare in mezzo alla strada ( mia madre ogni volta che viene a trovarmi mi sgrida, non sa che qui anche i bambini camminano in mezzo alla strada considerato il traffico zero).

Sono fortunata perché sono a contatto con la natura. Sento il profumo dei pini. Posso godere di una pista per sciare scivolare con gli sci lasciando scie ( come Massimo Legnani ha saputo ben giocare linguisticamente nel commento precedente ).

Nulla mi è stato regalato.

Tutto è stato desiderato cercato pagato. In questo caso la famosa legge dell’attrazione ha funzionato. Più un po’ di Fato. Che, ogni tanto, ci mette lo zampino e dà la giusta spinta.

Volere è potere. Ora mi godo quello che non potevo nemmeno immaginare fino a dieci anni fa. Anche se, sotterraneamente, il terreno lo preparavo buttando dei sogni.

Categorie
Bellezza

Fortunata

Ieri un vecchio amico che lavora a Milano mi ha mandato un messaggio scrivendo che sono fortunata a vivere in un posto così.

È vero. L’immagine mostra il luogo dove la mattina mi fermo a fare colazione e due chiacchiere con il personale del rifugio. Per fare colazione lì, devo camminare per una mezz’oretta in salita tra i boschi.

Come sa bene Massimo Legnani le cime si conquistano con fatica. Mezz’oretta non è conquistare una cima, ma è comunque più faticoso di quando, in città, scendevo dalla macchina e entravo in caffetteria.

Sono fortunata anche perché ho scelto. Vivere in montagna non è sempre rose e fiori. Occorre prendere e accettare i lati positivi – per me molti – e quelli negativi: per me pochi.

Qui il cielo è terso, l’aria respirabile, il paesaggio magnifico. Fa caldo anche qui, ma è sopportabile se ti inoltri nel bosco.

La domenica, vedendo le automobili che scendono, penso a tutte le persone che per godersi quello che io ho tutti i giorni, con fatica e rimpianto tornano in città. Sì, sono davvero fortunata.

Una buona giornata a tutti.