Categorie
Attimi

Conto il sole

In questa nuova situazione abitativa conto il sole, cioè la sua permanenza sulla casa e sul giardino. Per ora arriva in giardino verso mezzogiorno e sta fino alle sedici.

Oggi era meravigliosamente caldo. Mi sono sdraiata a bere i suoi benefici raggi.

La ottombrata quest’anno è davvero lunga.

C’è un attimo che l’ombra del campanile si stende sul rettangolo del giardino…

La mia casetta è lì sotto.

Quando il sole alle sedici va via, lo fa in modo repentino. Senza passaggi morbidi. Un attimo prima c’era e un attimo dopo è sparito.

Categorie
Luoghi

In ciabatte

Ormai dalla parrucchiera posso andare in ciabatte. Il suo negozio è vicinissimo: mi basta attraversare la strada. Stamattina ci siamo anche gustate una brioche e un buon caffè chiacchierando. Ormai T. è mia amica. E quando avrà un attimo di pausa dal lavoro anche lei potrà attraversare la strada e venire da me per un caffè.

Quando torno su dalla valle in auto, come oggi, mi viene spontaneo scendere verso la vecchia casa e devo fare attenzione per ricordarmi che ora, invece, devo salire “ai piani alti” – dove anche d’inverno c’è il sole.

Altro esercizio utile attraversando la strada- che ora è senza macchine che passano – è un negozio Conad. Utilissimo per andare in ciabatte quando si è finito il latte o il pane. Peccato che prima di Natale si trasferirà su, nel centro del mio bel paese montano.

Comunque uscire da casa chiudere il cancelletto del giardino e trovarmi con pochi passi dalla mia amica parrucchiera mi piace molto. Oggi quando sono tornata ho trovato un mazzo di girasoli sul muretto nel mio giardino. Non so proprio chi li ha lasciati ma è stato un gesto che ho davvero molto gradito.

Categorie
Attimi

Dalla finestra

Dalla mia nuova finestra vedo lo spiovente del tetto e parte del giardino. Ho messo delle tende trasparenti perché mi piace guardare fuori le luci dell’alba e del tramonto. Perché è la finestra della mia camera.

Non ho mai dormito con le imposte aperte. Qui ho deciso di non chiuderle mai. O forse lo farò in estate per via della luce. Ma ora è così piacevole gustare la luce che sale la mattina e disegna lentamente una foglia dopo l’altra…

Nell’altra casa ero a piano terra. Qui è come essere in cima a una torre. Nessun rumore. E il mio sonno è da ghiro.

Non vedo l’ora di vedere cadere la neve da questa finestra montana.