Categorie
Attimi

Collera

Esplodo dalla rabbia.

Questa potrebbe essere la didascalia al disegno analogico riportato sopra che esprime la collera.

Spero che non ti arrabbierai mai con me. Potrebbe dire chi lo vede.

I tratti utilizzati per esprimere la collera non saranno certo lievi e svolazzanti, ma saranno marcati aguzzi.

Esprimeranno velocità perché quando il sangue va alla testa di certo si agisce d’impulso.

Interessante, nei disegni analogici, anche l’uso dello spazio.

Se volete potete ritagliare il rettangolo dedicato alla collera per verificare quanto spazio é stato coperto o segnato e quanta aria é rimasta vuota.

La rabbia preme agita riempie tutto a tal punto da farci perdere il controllo. Occorre fare molti esercizi di respirazione per tornare a uno stato di quiete e calma, dopo un accesso di rabbia.

Categorie
Disegno

Disegni analogici

Oggi cercheremo di rendere visibile il pensiero interiore.

Useremo solo linee e segni.

Prendete un foglio A4 e piegatelo per ottenere otto parti

Numerate ogni parte da 1 a 8 scrivendo le parole qui elencate

1 collera

2 gioia

3 pace

4 depressione

5 energia

6 femminilità

7 solitudine

8 mascolinità

Ora riempite lo spazio con tratti linee punti basta che non usate assolutamente simboli o disegni. Non pensate a nulla di particolare tranne alla parola scritta e riempite lo spazio come vi viene senza dare giudizi sul vostro procedere.

Il disegno analogico renderà visibile quanto voi pensate riguardo ciascun concetto idea sentimento stato emozione.

Non dovete assolutamente disegnare nessuna figura né usare alcun simbolo.

Usate una matita o una penna nera.

Usate soltanto il linguaggio del segno: linee lente deboli forti veloci luminose scure spesse leggere pesanti… Riempite tutto lo spazio o solo una parte grande o piccola. Massima libertà espressiva.

Per ogni parola per esempio collera state un attimo con voi stessi, respirate lentamente e pensate a un episodio o fatto in cui voi avete provato una forte collera poi segnate.

Fate lo stesso per ogni parola. Prendetevi tutto il tempo che volete.

La prossima volta, martedì, vedremo di analizzare le caratteristiche comuni dei disegni analogici.

Per ora: buon lavoro

Eletta