Siamo chiusi in una bolla

Immagine di Eletta Senso

Siamo chiusi in una bolla come tanti pesci rossi: non vediamo orizzonte e porto; giriamo la flessuosa coda strisciante in vortici infiniti – sotto gli archi delle stelle

siamo chiusi tra smerigliati vetri: dietro finestre stanche dagli occhi socchiusi

siamo dentro caschi di ossigeno con l’aria in faccia come bora di Trieste a cercare un soffio solo di tenerezza

e corrono alti gli aquiloni ai bei tempi che neanche sapevamo quando la normalità ci passava accanto così incolore

siamo chiusi in steccati recinti e alte mura e ci mancano abbracci e baci – tra ciglia sipario e calde labbra

siamo chiusi in bolle di sapone così fragili a spezzarsi in orrido delirio

14 Comments

  1. Bella la lirica, purtroppo nella sua sconsolata tristezza descrive bene la situazione reale ed anche il nostro sentire, senza dimenticar quelli che davvero soffrono nei caschi a ossigeno… Per stasera mi faccio forza e voglio immaginarmi chiusa in un’invincibile bolla di sapone iridescente, che vola alta nel cielo azzurro, verso il sole, verso la speranza!

    Piace a 2 people

Rispondi a SaraTricoli Cancella risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...