Mercoledì

Immagine fotografica di Eletta

Mercoledì la catena montuosa sarà ancora più bianca: danno neve.

Il monte appare più presente e imponente ammantato di bianco. Si staglia all’orizzonte con tutta la sua presenza stabile.

Oggi il vento spazza il cielo e toglie le prime foglie secche, fa mulinelli di pensieri e li sposta via.

Ho sentito l’altra sera che sono notevolmente in aumento le depressioni. Per forza. Da otto mesi siamo sottoposti a una pressione allucinante: a un’ansia ondivaga.

Qui in montagna non è tutto rose e fiori: ne parlavo stamattina. Alcoolismo dilagante, in alcuni casi sfociante in suicidi. Anche droga. Comunque qualsiasi cosa che dia momentaneamente una pausa amnestica al mal di vivere.

L’inverno in arrivo porta una solitudine ancora più insopportabile perché si sta sepolti nella neve che, talvolta, impedisce anche i normali spostamenti.

Quest’anno aggiungeremo l’impossibilità di minime attività socializzanti per via della epidemia. Ci aggireremo con la mascherina azzurra tra la neve bianca come spettri.

Se non si baratta un po’ di tranquillità con alcool e droga, come nel mio caso, conviene darsi alle attività creative.

Sto facendo biglietti augurali, cuscini e guanti all’uncinetto, pensando progetti editoriali, scrivendo, curando immagini grafiche e fotografiche, leggendo diversi libri, riordinando lo spazio libreria ( troppi libri e poche pareti libere ), tenendo contatti con amici e parenti, pulendo la casa, facendo passeggiate, sistemando l’orto prima del riposo invernale, vedendo bei film, pensando a novità che mi possano rendere felice.

16 Comments

  1. Purtroppo, ne parlavo proprio oggi con mio marito, ci è sempre più difficile riempire il vuoto dell’isolamento forzato. Io amo scrivere, disegnare, creare e sono partita avvantaggiata rispetto ad altri, mio marito dipinge, insieme, nei lunghi mesi del lockdown, abbiamo dato spazio al nostro interesse per la cucina, focalizzandoci sull’arte della lievitazione e della lavorazione della pasta per pane, pizza, brioche, con gran soddisfazione. Ma, durano te questa nuova ondata, la gabbia ci sta molto più stretta e, a fronte di un andamento per ora meno preoccupante, la nostra ansia e la nostra incertezza rispetto alla nostra salute, e aspettativa di vita sono aumentate. Non è facile, nemmeno sul mare!

    Piace a 1 persona

  2. curare le proprie passioni, creare arte, aiuta a trascorrere il lungo inverno della montagna, così immersa in quel silenzio assordante che spesso confonde e annienta. Complimenti per le ottime creazioni artistiche, si vede che l’arte è parte di te… 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi a silviacavalieri Cancella risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...