Al centro

Al centro e sempre fuori, al confine.

Che strane storie. Sono sempre stata al centro e mi sono sempre sentita fuori luogo, sempre con un passo fuori, pronta a fuggire.

C’è sempre stato un profondo punto interrogativo: perché proprio io? Nel salotto milanese con scrittori attori e pittori. Io la musa nella sala che sapeva di vernice. Io ritratta in molti quadri.

Mi sono sempre chiesta come mai io fossi lì. Mai stata completamente a mio agio.

Forse troppo giovane e spaurita tra adulti troppo adulti.

Ora che adulta sono io finalmente mi sento a mio agio, ma non ho più salotti, solo mucche capre e pecore in transumanza.

Com’è divertente la vita a rimescolare e scompigliare i “giusti momenti”.

Francamente mi diverto più ora. Sono finalmente a mio agio nel mio intimo spazio.

( Acquerello di Eletta )

31 Comments

  1. spesso per ritrovare la nostra vera identità dobbiamo spogliarci delle nostre smanie di successo, ritornare a quell’innocenza con la quale siamo venuti al mondo, sentire quegli ambienti che un tempo ci potevano sembrare lontani, ma che ora viviamo con rinnovato entusiasmo… 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi a Paola Bortolani Cancella risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...