La montagna

Questo è il paesaggio che fa da sfondo alle mie giornate. Sempre: dalla mattina alla sera. Meraviglioso.

Dicevo ieri a una persona che, per la prima volta nella vita, sto mettendo radici. Radici ai piedi del monte. Tra larici pini eriche e pascoli. Tra volpi camosci caprioli e il gufo reale.

” Rispetto alla meditazione, le montagne hanno molto da insegnare, quali archetipi in tutte le culture.

Le montagne sono luoghi sacri e l’umanità vi ha sempre cercato guida spirituale e rinnovamento.

La montagna è il simbolo dell’asse originario della terra ( Monte Meru)

la sede degli dei ( Monte Olimpo )

il luogo in cui il capo spirituale incontra Dio e ne riceve i comandamenti ( Monte Sinai ).

Le montagne comunicano un senso di sacralità e personificano timore e armonia, asprezza e maestosità.

Da: Dovunque tu vada ci sei già – Jon Kabat-Zinn

Quando vivevo in città non provavo questa pace. Non ho mai sopportato il traffico e il rumore, la frenesia. Il cielo raramente così blu. L’odore di smog.

Ho passato diverse estati al mare, altro elemento naturale magnifico, ma là non ho trovato la pace che mi regala la montagna.

Una mia amica quando l’estate scorsa é venuta a trovarmi, scendendo dal lago verso il paesino dove abito, ha esclamato: – Le favelas.

Il giudizio sul luogo e sulla sua bellezza è, quindi, estremamente soggettivo. Io adoro le tipiche case di questo piccolo paese, mi piace il loro profumato e scuro legno e la grigia pietra, la loro tipica architettura. Mi piacciono la sera le luci basse e gialle del borgo. Mi piace l’odore di camino. Mi piace il silenzio e camminare in mezzo alla strada e lasciare la porta d’ingresso senza chiudere a chiave.

Certo: qui non ci sono negozi per fare shopping né supermercati o centri commerciali. Per questo mi piace stare qui.

Certo non ci sono discoteche o cinema, musei o teatri: il teatro è davanti agli occhi, il film accade tra noi pochi abitanti: facciamo trama intreccio e racconto. Quando si sta veramente bene in un luogo non si cammina: si danza.

La mia amica passa le giornate da un aperitivo all’altro, da un ristorante all’altro. Abita in un palazzo che si affaccia su una strada trafficata. Stende lenzuola nell’aria grigia. Sicuramente non vive nelle favelas.

23 Comments

  1. Semplicemente splendido. Condivido il pensiero e le emozioni che da la montagna. Cerco quell attimo di silenzio lento.
    Posso andare in montagna in estate con le ferie. Ma non è la stessa cosa. Chissà che prima o poi io non riesca a fare il passo.
    Mi spaventa un po’ la gestione del lavoro… Ma immagino che a tutto ci sia soluzione

    Piace a 1 persona

Rispondi a magicamente73 Cancella risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...