Ripescate 

Ripescate la dama, la domina. Ritiratela su. Dallo strato di singolare umore in cui è caduta giù.

Ha perso i sensi e lo splendore. La soffice veste color di luna giace al suolo senza vita.

Ripescate la donna assopita, svanita, evaporata, partita. Lunghe frange fluttuanti tra bianchi veli.

Offritele un motivo di piuma, un alito caldo.

11 Comments

  1. E’ morta pedina ma risorge dama, son le regole del gioco. E se prima procedeva a passetti piccoli, incerta ed in un’unica direzione ora rientra in gioco come dama che domina. E nel suo procedere nuovo ed aggressivo scorgiamo la rivalsa di chi vuol riscattarsi dalla sua prima vita.

    Piace a 1 persona

  2. Un leggero senso di spaesamento. Le labbra poi rosse di rossetto, quegli occhi neri, forse intensi perché perduti, e l’ombra del cappello. E il viso una pela di luna a notte fonda sicuramente da rubare e rapinare. Belle le parole e l’immagine.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...