Tu che non sai 

Tu che non sai la fame che mi prende e deviare la direzione del boschivo sentiero, la notte. Niente ha … Altro

Joyce floreale

Questo il periodo di Joyce: ” Arrabbiata tulipani con te caro uomo fiore puniró il tuo cactus se tu non … Altro

E d’improvviso 

E d’improvviso la vedo: la tua anima giovane. Era nascosta sotto le grinze cartapecorite e mummificate dell’anima vecchia. Ha un … Altro

Ripescate 

Ripescate la dama, la domina. Ritiratela su. Dallo strato di singolare umore in cui è caduta giù. Ha perso i … Altro

L’uomo volgare 

Faceva penetrare l’ago nell’esatto punto. Con precisione fulminea. Un battito di ciglia. Un riflesso nel vetro, l’aereo che passa. Rombo. … Altro

Barbablù

Girovaga, ho sempre amato avere più case e giacigli. Mi piace portare una sacca e essere transitoria. Ho abitato in … Altro

Libri

Mi sono sempre piaciuti i libri perché amo la carta. Da piccola leggevo i libri sognando quello che le immagini … Altro

Passo d’antilope

Piroettó tra le calligrafiche pagine. Il tacito inserviente le asciugava i fogli. L’ombra delle parole ricompariva simmetrica e rovesciata come … Altro

La bottega

Quando Emma era passata le prime volte, davanti alla villetta antica, si era chiesta perché c’era sempre gente che entrava … Altro

È il fato

Trovo oggi, leggendo in ritardo La lettura, quel che ho sostenuto tempo fa: “È il fato che governa la vita, … Altro

Il ferro di cavallo

Ci sono giornate nere. Iniziano già di notte, preannunciandosi nel sonno con scrosci monsonici che ti svegliano all’alba. Si trascinano … Altro